rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Emergenza Covid-19

Vaccino anti Covid, al via le prenotazioni per le persone da 59 a 50 anni

Prenotazione, anche, per gli over60 che non hanno ancora aderito. Le persone dai 60 anni in su che hanno già una data assegnata non devono cambiarla

Il piano strategico regionale per la vaccinazione anti-Covid è stato aggiornato: l’adesione alla campagna vaccinale avviene ora con sistema di prenotazione. Le somministrazioni partono il 12 maggio 2021. Da domani, lunedì 10 maggio alle 14 possono prenotare il proprio appuntamento: le persone nate tra il 1962 e il 1971;  le persone nate tra il 1942 e il 1961 che non hanno finora confermato l’adesione alla campagna vaccinale.

Le persone nate nel 1962 e 1963 e le persone dai 60 anni in su possono prenotare da lunedì 10 maggio alle 14. La prenotazione delle persone nate tra il 1964 e il 1971 procede in ordine di anzianità secondo il calendario che sarà pubblicato su La Puglia ti vaccina.  L’appuntamento può essere prenotato o spostato con tre modalità: online, tramite la piattaforma La Puglia ti vaccina. L’accesso avviene tramite Spid o con tessera sanitaria e codice fiscale; tramite numero verde 800 713931, attivo dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20; presso le farmacie accreditate al servizio FarmaCup. Le persone dai 60 anni in su che hanno già una data assegnata non devono cambiarla.

In Puglia quasi 1,6 milioni di dosi somministrate

"Fra pochissimo il 30 percento di tutta la popolazione pugliese avrà ricevuto la prima dose di vaccino", a comunicarlo sul suo profilo Facebook è l'assessore alla sanità della regione Puglia, Pier Luigi Lopalco. "Abbiamo raggiunto con la prima dose il 90 percento degli ultra 80enni ed l'80 percento degli ultra 70enni.  In settimana la metà dei 60enni ed un quarto dei 50enni avrà avuto accesso alla vaccinazione.  Somministriamo il 90 percento dei vaccini che ci arrivano. Abbiamo somministrato anche più di 48mila vaccini in un giorno: più veloci di così non possiamo andare", spiega l'assessore. 

"I vaccini che arriveranno nelle prossime settimane sono già impegnate per coprire le seconde dosi ed offrire la prima dose ai 60-79 enni che ancora non si sono presentati alla vaccinazione. Potremo avviare progressivamente già in questo mese anche la vaccinazione dei 50enni. Nel mese di giugno si prevede un aumento ulteriore delle consegne e questo permetterà di raggiungere ulteriori traguardi. Non sprechiamo questo enorme lavoro e manteniamo un atteggiamento di prudenza fino a che tutte le persone a rischio non abbiano ricevuto almeno una dose di vaccino. Manca davvero poco", conclude Lopalco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino anti Covid, al via le prenotazioni per le persone da 59 a 50 anni

BrindisiReport è in caricamento