rotate-mobile
Eventi Carovigno

A Torre Guaceto e Carovigno una galleria aperta con "L'arte per la natura"

Sedici artisti pugliesi raccontano la loro terra attraverso 40 opere site-specific disseminate tra la Riserva di Torre Guaceto e il Castello Dentice di Frasso di Carovigno. Tre mesi in cui daranno voce alle questioni del territorio attraverso le loro opere per sensibilizzare il visitatore sui temi della salvaguardia dell'ambiente e della tutela del territorio come valori inestimabili del nostro paese

CAROVIGNO - Sedici artisti pugliesi raccontano la loro terra attraverso 40 opere site-specific disseminate tra la Riserva di Torre Guaceto e il Castello Dentice di Frasso di Carovigno. Tre mesi in cui daranno voce alle questioni del territorio attraverso le loro opere per sensibilizzare il visitatore sui temi della salvaguardia dell’ambiente e della tutela del territorio come valori inestimabili del nostro paese.

Una scritta “Sud” campeggia sugli scogli della Riserva di Torre Guaceto come simbolo di un messaggio: non trascurare il Sud e i suoi problemi millenari. Un volto umano emerge da una vasca piena di petrolio, inquietante rappresentazione del degrado ambientale. E ancora: fiori del mare in terracotta dipinta su un letto di sabbia, alghe, terra, conchiglie e residui del mare. Relitti di imbarcazioni a ricordare gli sbarchi clandestini.

Fulco-Pratesi-2Remi colorati come simboli di riparo e rifugio e bandiere dei pirati per ammonire i visitatori a lasciare incontaminato un angolo di paradiso. Alla presentazione della mostra che sarà inaugurata domani, sabato 7 giugno alle ore 11, presso il Castello Dentice di Frasso di Carovigno,  oltre a Silvia Godelli, asssessore Mediterraneo, Cultura e Turismo, Regione Puglia, a Cosimo Mele, sindaco di Carovigno, a Mariella Milani, presidente Consorzio Torre Guaceto e a Rosalba Branà, direttrice Fondazione Museo “Pino Pascali”, presente anche Fulco Pratesi, storico presidente del Wwf e pietra miliare di Torre Guaceto che, dopo dieci anni di assenza dalla Riserva, ha voluto partecipare all’evento per rendere omaggio al lavoro e al messaggio lanciato dal mondo dell’arte contemporanea.

Gli artisti coinvolti sono:  Dario Agrimi, Miki Carone, Daniela Corbascio, Claudio Cusatelli, Guillermina De Gennaro, Giulio De Mitri, Raffaele Fiorella, Michele Giangrande, Claudia Giannuli, Iginio Iurilli, Christian Loretti, Pierpaolo Miccolis, Giampiero Milella, Massimo Ruiu, Francesco Schiavulli, Tarshito. A modo loro, hanno voluto denunciare aspetti della loro terra senza ricevere alcun compenso.

“Le opere realizzate dagli artisti -  dichiara Mariella Milani  - esprimono passione, indignazione, protesta e poesia, per un territorio che resiste in tutta la sua bellezza ai danni provocati dall’uomo. Una testimonianza d’amore ma anche un grido d’allarme che spero farà riflettere tutti. Un mix di Arte Contemporanea, Natura e Storia proposto come esempio di sostenibilità ambientale, nella consapevolezza che ecologia vuol dire anche una nuova economia per il rilancio e l’internazionalizzazione di una eccellenza del nostro paese.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torre Guaceto e Carovigno una galleria aperta con "L'arte per la natura"

BrindisiReport è in caricamento