Arte e artigianato in scena a Fasano: il calendario degli appuntamenti

La rassegna, dal titolo "ArtIeri, Oggi e Domani: storie di mani, botteghe e saperi", ad ingresso libero, rimarrà aperta fino a domenica 28 agosto, ed è visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 18 alle 23 e al sabato e nei festivi dalle 10.30 alle ore 13 e dalle 18 alle 24

FASANO - Venerdì 19 agosto alle 19 nel Palazzo dei congressi a Selva di Fasano, conferenza aperta a tutti sul tema “La Selva racconta la sua terra, scrigno di salute, longevità, benessere e sapori ritrovati”: interverranno il nutrizionista Domenico De Mattia, l’agronomo Cosimo Damiano Guarini, il direttore del Parco regionale delle Dune costiere, Gianfranco Ciola e Palmina Cannone, presidente della locale Università del tempo libero; a seguire, alle ore 21 spettacolo di danza con la “Top Dance” di Fasano. Gli appuntamenti (ad ingresso libero) rientrano nella “Mostra dell’Artigianato Fasanese” organizzata dal Comune, in collaborazione con l’associazione “Nuova Artigianfaso”, che si tiene dal 13 al 28 agosto nel Palazzo dei congressi a Selva di Fasano.

artigianato fasano-2

Inoltre, sempre nell’ambito della Mostra, si terranno interessanti laboratori didattici aperti a quanti fossero interessati a cimentarsi direttamente con il fare, almeno per un giorno, l’artigiano: infatti, sempre venerdì 19 agosto, dalle ore 18.30 alle 20.30, laboratori di Amigurumi (l’arte giapponese di realizzare a maglia o ad uncinetto peluche, bambole e oggetti vari) – maestra artigiana Mariantonietta Pastore, Filet – maestra artigiana Adriana Messina, Chiacchierino – maestra artigiana Grazia Milella e Ricamo - maestra artigiana Angela Palmisano. 

Come anticipato la rassegna, dal titolo “ArtIeri, Oggi e Domani: storie di mani, botteghe e saperi”, ad ingresso libero, rimarrà aperta fino a domenica 28 agosto, ed è visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 18 alle 23 e al sabato e nei festivi dalle 10.30 alle ore 13 e dalle 18 alle 24. In esposizione manufatti in vetro, legno, marmo, pietra, creazioni sartoriali, filet, opere pittoriche.

L’allestimento e la direzione artistica di questa 46^ edizione della Mostra sono stati curati dagli architetti Fabrizio Frate e Claudio Galeota che hanno voluto rievocare i quattro elementi naturali del fuoco (con la proiezione di immagini che riproducono delle fiamme), dell’aria (con piante ad alto fusto “agitate” da correnti artificiali), della terra (con alberi di ulivo a significare il radicamento con il territorio), dell’acqua (con pile in pietra e giochi d’acqua e luci); tutti elementi da cui gli artigiani traggono le materie prime per le loro creazioni. Peraltro, i visitatori, lungo tutto il percorso espositivo e sin dal piazzale antistante il Palazzo dei congressi, attraverseranno portali  collegati da un sistema di funi intrecciate che, metaforicamente, testimonieranno come l’artigianato contemporaneo affondi le sue radici nei saperi di un tempo, invitando alla riflessione sulle prospettive future del settore. Inoltre, il centro dell’area espositiva è caratterizzato da uno spazio multifunzionale che ospita le dimostrazioni pratiche della creazione di alcuni manufatti, le proiezioni dei filmati dedicati agli artigiani e gli appuntamenti a latere della Mostra.

Nell’ambito dell’expo si terrà il concorso “Miglior Stand Espositivo”, riservato agli artigiani presenti in Mostra, che potranno allestire il proprio stand scegliendo autonomamente materiali da utilizzare e tematica.  Gli espositori verranno valutati dai visitatori in base ai criteri di valutazione legati a originalità e creatività; funzionalità e qualità espositiva; difficoltà tecnica e realizzativa; legame con il territorio e con le realtà produttive artigianali; capacità comunicativa. Tutti i visitatori della Mostra potranno esprimere il proprio parere compilando un’apposita scheda ed imbucandola in relative urne. Il vincitore del concorso parteciperà gratuitamente per un mese, con proprio spazio espositivo, alla “Mostra Permanente delle Attività produttive” sita nel centro commerciale “Conforama”; sarà lo stesso vincitore a scegliere il mese, lungo l’arco del periodo che va da settembre 2016 ad agosto 2017, per allestire il proprio spazio.

Nell’ambito della “Mostra dell’Artigianato Fasanese”, nel Palazzo dei congressi si terranno vari momenti pubblici: innanzitutto, per l’intera durata della rassegna, sarà visitabile una mostra fotografica curata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Fasano, avente come oggetto pezzi di storia dell’artigianato locale; giovedì 18 agosto alle ore 19.30, con Andrea Belfiore del Rotary club e Gianfranco Mazzotta dell’associazione “Pro Selva”, si terrà “La dolce vita”, fotografie dell’archivio “Diasio” ritraenti la storia cittadina dagli anni ’50 ai ’70 e proiezione dei cortometraggi “Dramma a Cocolicchio” e “Mandorli in fiore”, realizzati negli anni Cinquanta dal regista Agostino Di Ciaula; a seguire, alle ore 21, il concerto del cantante Antonio Maggio (vincitore del festival di Sanremo nel 2013, nella categoria “giovani”) che, assieme ai jazzisti Raffaele Casarano e William Greco, farà un omaggio al cantautore bolognese Lucio Dalla, rivisitandone in chiave jazz le più celebri canzoni; venerdì 19 agosto alle ore 19 “La Selva racconta la sua terra, scrigno di salute, longevità, benessere e sapori ritrovati”, conferenza con la stessa Palmina Cannone, il nutrizionista Domenico De Mattia, l’agronomo Cosimo Damiano Guarini ed il direttore del Parco regionale delle Dune costiere, Gianfranco Ciola; a seguire, alle ore 21 spettacolo di danza con la “Top Dance” di Fasano; sabato 20 agosto alle ore 19.30 “Esperienze di studio e lavoro nell’anno scolastico 2015-2016” con Rita Ortensia De Vito, dirigente dell’istituto professionale per l’industria e l’artigianato “G. Ferraris” di Brindisi e Fasano ed alle ore  21 serata musicale col jazzista Vincenzo Deluci; lunedì 22 agosto alle ore 19.30 “La bambace: risorsa dell’artigianato domestico”, narrazioni sull’uso del cotone con Franco Chialà e Carlo Palmisano del presidio slow-food “Pomodoro Regina di Torre Canne”; alle ore 21 “Dott. Giambattista Borlocco medico condotto”, commedia in vernacolo a cura dell’associazione “Gli amici di Giuannedd”; martedì 23 agosto alle ore 19.30 “Nuove opportunità di sviluppo per l’autoimpiego e le piccole-medie imprese”, conferenza a cura di Sonia Rubini, direttore C.N.A. di Brindisi, Anna Loparco, responsabile dei Centri per l’impiego della provincia di Brindisi, Massimo Piazzo, responsabile area incentivi della società “Sintesi s.r.l.”, Valeria Miraglia, responsabile “Cofidi.it” di Brindisi; mercoledì 24 e giovedì 25 agosto alle ore 20 “Storie, emozioni e progetti di artieri fasanesi” con video e testimonianze dal vivo degli stessi artigiani; venerdì 26 agosto alle ore 18.30 “Le mani in pasta”, laboratorio di pasta fresca con Palmina Cannone e Pasquina Calandrella, cui seguirà alle 20 il concerto del trio Antonio Sasso (fisarmonica), Pasquale Valente (chitarra), Gino Guarini (chitarra); sabato 27 agosto alle ore 20.30 intrattenimento musicale a cura dell’associazione “Calliope” con la sua live-band; domenica 28 agosto alle ore 20.30 cerimonia conclusiva della Mostra con “Arte e moda in passerella”, sfilata di abiti da cerimonia curata dall’agenzia di moda e spettacolo “Sara Aspro Eventi.

artigianato fasano1-2

Saranno 37 gli espositori: “Università del Tempo libero” (laboratori didattici dedicati agli antichi mestieri femminili, alla fisarmonica e alla chitarra), “Prnx di Piero Schiavone” (sculture zoomorfe in metallo), “Biagio Amati” (attrezzature per l’agricoltura), “Domo Style” (mobili e sculture in legno), “Sante Musa” (lumi artistici), “Giuseppe Schena e Tommaso Muolo” (oggetti in legno di ulivo), “Arte Studio” (quadri), “Romina Custodia” (composizioni floreali), “Pietro Rosato” (sculture in legno), “Ipsia G. Ferraris” e “AccordiAbili” (progetto Ema), “Alba Decor” (stucchi decorativi e pitturazioni), “Giuseppe Vinci” (porte), “Vito Marasciulo” (ceramiche artistiche), “Filomeno Di Pietro” (mobili e complementi d’arredo), “Profal” (infissi), “Serman” (serramenti), “Safs” (infissi), “Vincenzo Giannoccaro” (sculture in legno d’ulivo), “Vetreria Fasanese” (opere in vetro), “Malvoni Caminetti” (caminetti in pietra), “Giuliana Trapani” (creazioni artigianali in pietre ed argento), “Isa Pezzolla” (filet), “Tommaso Marraffa” (souvenir in pietre), “Vito Carucci” (quadri olio su tela), “Daf” (pavimento stampato – roccia artificiale), “Genoveffa Ferrara” (oggettistica e quadri), “Co.Pa.Resine” (pavimenti in resina), “Domus Artis” (ceramiche e quadri), “Leonardo Argento” (sculture in pietra), “Angelo Sisto” (stucchi decorativi e pitturazioni), “Stefano Calella” (lavorazioni in pietra), “Luigi Palmisano” (lavorazioni in ferro), “Orlando Atelier Sposi” (abiti da cerimonia uomo), “Aurelie Sposa” (abiti da cerimonia donna), “Scintille” (composizioni floreali), “Hair Style” e “Paradise Pagnelli” (acconciature donna e uomo). La Mostra sarà anche social con la pagina Fb Mostra dell’Artigianato Fasanese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Sgombero da alloggio popolare: la famiglia resiste, sfratto prorogato

  • Covid-19: oltre 10mila i tamponi effettuati. I positivi continuano a crescere

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento