“Questo non è amore”, il Camper della polizia contro la violenza sulle donne

Dalle ore 10 alle 12, presso l’auditorium dell’istituto professionale per i servizi sociali “Morvillo Falcone”

BRINDISI - Lunedì 11 novembre prossimo, dalle ore 10 alle 12, presso l’auditorium dell’istituto professionale per i servizi sociali “Morvillo Falcone” di Brindisi, in occasione della celebrazione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne prevista il 25 novembre, la Questura di Brindisi con la collaborazione degli studenti e dei docenti dell’istituto, ha organizzato un incontro con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sul fenomeno della violenza di genere.

L’iniziativa, adottata nel quadro della campagna di attuazione del progetto permanente del Camper della Polizia di Stato contro la violenza di genere “Questo non è amore” vuole offrire un contributo alla formazione di una rinnovata cultura quale condizione indispensabile per contrastare il fenomeno.

All’iniziativa, oltre alla dirigente scolastica Irene Esposito che aprirà i lavori, interverranno il Prefetto di Brindisi Umberto Guidato, il Questore di Brindisi Ferdinando Rossi, il vice sindaco di Brindisi Tiziana Brigante, la dirigente scolastica provinciale Giuseppina Lotito, l’equipe multidisciplinare del progetto camper “Questo non è amore” e la psicologa psicoterapeuta Isabella D’Attoma. La cerimonia sarà moderata dalla giornalista di BrindisiReport Stefania De Cristofaro. Sarà inoltre presente Imma Rizzo, mamma di Noemi Durini, giovanissima vittima di femminicidio, che con la sua testimonianza offrirà agli studenti momenti di riflessione sulla tematica in argomento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento