“Cena con il pescatore”: al via il primo di cinque appuntamenti

Le cene, in compagnia di pescatori e nutrizionisti, rappresentano occasioni uniche per conoscere il pesce impropriamente detto “povero” fornito dai pescatori della Riserva Naturale di Torre Guaceto

SAN VITO DEI NORMANNI - Venerdì 18 ottobre 2019 alle 21 presso “Xfood – Qualcosa di diverso”, a San Vito dei Normanni, si terrà la prima “cena con il pescatore” organizzata dal Gal Alto Salento 2020, nell'ambito del progetto “Il Mare che vorrei” del Gal Alto Salento 2020, che si inquadra nell’Intervento 5.3 “Informazione e sensibilizzazione della comunità locale e degli operatori ittici sul paesaggio marino e costiero” del Piano di Azione Locale dell’Alto Salento 2020, Misura 4.63 – Attuazione di strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo Programma Operativo Feamp 2014/2020. Il calendario prevede 4 appuntamenti nei ristoranti dell’Alto Salento.

 “Il Mare che vorrei” è un progetto finalizzato a migliorare la qualità dell’ambiente marino e costiero, attraverso un’attività di sensibilizzazione ed educazione ambientale rivolta alle istituzioni, ai cittadini, ai turisti, ai pescatori e alla comunità locale attraverso la diffusione di pratiche di pesca sostenibile. Con il progetto del Gal si vuole promuovere un cambiamento nei comportamenti sia a livello individuale che collettivo al fine di prevenire comportamenti dannosi per le specie ittiche e per gli habitat naturali che li ospitano.

Il calendario di cene organizzato presso alcuni ristoranti dell’Alto Salento che hanno manifestato interesse a intraprendere un percorso comune con il Gal, ha il fine di fornire esempi concreti sulle abitudini alimentari legate alla valorizzazione dei prodotti ittici locali. Le cene, in compagnia di pescatori e nutrizionisti, rappresentano occasioni uniche per conoscere il pesce impropriamente detto “povero” fornito dai pescatori della Riserva Naturale di Torre Guaceto.

Gli chef del ristorante Il Fienile ad Ostuni, Il Brigantino a San Michele Salentino, La locanda di Nonna Mena a San Vito dei Normanni e Iaccato a Brindisi proporranno differenti menù messi a punto insieme a biologi, nutrizionisti e pescatori in grado di raccontare il legame tra pesca sostenibile e la tradizione culinaria locale. Il tutto sarà accompagnato da vini selezionati per la serata da parte della cantina Tenute Rubino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Uomo ustionato con l'acido: la moglie ora è accusata di tentato omicidio

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Temporale sulla città: strade allagate e case senza energia elettrica

  • Covid: nuovo picco di casi in Puglia. Nel Brindisino altri due contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento