Lunedì, 18 Ottobre 2021
Eventi Cisternino

La biodiversità del melograno in mostra ai giardini di Pomona

Prenotazione obbligatoria, nel rispetto delle normative anti Covid-19 all'indirizzo igiardinidipomona@gmail.com

CISTERNINO - C’è la spagnola Mollar de Elche, nata vicino Alicante, con l’arillo rosa dal seme sofficissimo. C’è la Wonderful, selezionata in America, buccia rosso scuro, arilli rubino e poi c’è la Nera, detta anche Black o Purple per via del total look dell’elegante epicarpo che però racchiude un cuore tenero di arilli bianco-rosa. Sono solo tre delle oltre cinquanta varietà di melagrane provenienti da tutto il mondo in mostra ai giardini di Pomona, il 18 ottobre 2020, il conservatorio botanico di Cisternino, nel cuore della Valle d’Itria, dove dimorano oltre mille varietà fruttifere provenienti dai quattro angoli del pianeta. Una mostra pomologica interamente dedicata alla melagrana, il frutto fra i più antichi del mondo, ma anche campionessa di biodiversità e di resistenza alle mode e al tempo.

Dalle proprietà benefiche stupefacenti e di invincibile complessità, i molti volti della melagrana saranno indagati e raccontati da tre relatori che alle 10.30 di domenica 18 ottobre presenteranno le varietà in mostra. Si tratta di Ferdinando Cossio, pomologo e già direttore dell’istituto sperimentale di frutticoltura di Verona, Giuseppe Ferrara, ricercatore del Disspa-sezione arboricoltura dell’università di Bari e Paolo Belloni, fondatore e custode dei giardini di Pomona che relazionerà sull’impegno del conservatorio nel proteggere la biodioversità dei melograni.
Ce ne saranno dell’Azerbajan, Iran, Cina, India, Stati Uniti, Israle, Turchia, Spagna, Georgia, del Caucaso. Dall’epicarpo giallo crema, bianco-verdastro, giallo-rosa, rosa carico, rosso chiaro, scuro, bordeaux, viola, viola-nero. Di arilli diversi per dimensione, colore, gusto, aroma. “Sveleremo le misteriose differenze fra le diverse consistenze dei semi”, spiegano a una voce Ferdinando Cossio e Paolo Belloni, “ma soprattutto l’importanza di tramandare questo frutto straordinario alle generazioni future”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La biodiversità del melograno in mostra ai giardini di Pomona

BrindisiReport è in caricamento