rotate-mobile
Eventi

"Questione giovanile post-pandemica": incontro pubblico

L’evento avrà luogo presso il Teatro don Bosco in Via Appia 193A, il 10 marzo 2023 alle ore 16 e sarà moderato dal giornalista brindisino Gianmarco Di Napoli

BRINDISI - La realtà giovani è al cuore di tutta la società e, alla luce dei fatti di cronaca che hanno interessato la cittadinanza brindisina, il Progetto Policoro dell’Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni ha interpellato il professore Alessandro Rosina per discutere insieme della questione giovanile post-pandemica. L’evento avrà luogo presso il Teatro don Bosco in Via Appia 193A, il 10 marzo 2023 alle ore 16 e sarà moderato dal giornalista brindisino Gianmarco Di Napoli. L’evento è gratuito ed aperto al pubblico.

“A problemi sociali si risponde con reti comunitarie”. Facendo proprie le parole di Papa Francesco, il Progetto Policoro dell’Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni e l’Ufficio diocesano per i Problemi Sociali e del Lavoro, entrambi sotto la guida di don Mimmo Roma (tutor del Progetto e delegato arcivescovile per i problemi sociali),  propongono – venerdì 10 marzo 2023 – un incontro con il professor Alessandro Rosina, ordinario di Demografia e Statistica sociale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore nonché coordinatore dell’Osservatorio Giovani dell’Istituto Giuseppe Toniolo - ente fondatore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, che con il sostegno della Fondazione Cariplo redige il Rapporto Giovani. L’incontro si terrà presso il Teatro dei Salesiani di Brindisi, in via Appia 193A, luogo la cui identità rispecchia l’intento di sensibilizzazione pedagogica dell’evento.

A moderare la discussione, il giornalista brindisino Gianmarco Di Napoli, il quale più volte ha già trattato e analizzato la problematica su testate giornalistiche ed emittenti televisive locali.

La volontà è quella di confrontare i dati nazionali – oggetto del Rapporto Giovani che, periodicamente, fotografa la situazione giovanile nel nostro Paese – con quelli locali, raccolti dalle animatrici di comunità del Progetto da dicembre a marzo negli Istituti Superiori di Secondo Grado della provincia. Sottoponendo dati statistici qualitativi e quantitativi all’attenzione delle autorità, dei rappresentanti delle agenzie educative locali, degli insegnanti, degli educatori e degli stessi studenti, col fine di avviare un comune processo educativo capace di arginare la deriva sociale di cui Brindisi e provincia sono state oggetto negli ultimi mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Questione giovanile post-pandemica": incontro pubblico

BrindisiReport è in caricamento