rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cultura Ceglie Messapica

L'opera poetica di Gasparro il 28 a "Cibus"

CEGLIE MESSAPICA – “Melagrane scarlatte more nere”, taccuini cegliesi 1968-2010. L’opera di Vincenzo Gasparro, scrittore e poeta cegliese, sarà presentata mercoledì 28 aprile nel ristorante-ritrovo letterario “Cibus”. La manifestazione è organizzata dall’Università delle Tre età Unitre. Presenta Pietro Maggiore, presidente dell’Unitre. Interviene l’autore.

CEGLIE MESSAPICA - "Melagrane scarlatte more nere", taccuini cegliesi 1968-2010. L'opera di Vincenzo Gasparro, scrittore e poeta cegliese, sarà presentata mercoledì 28 aprile nel ristorante-ritrovo letterario "Cibus". La manifestazione è organizzata dall'Università delle Tre età Unitre. Presenta Pietro Maggiore, presidente dell'Unitre. Interviene l'autore.

Vincenzo Gasparro è cegliese doc. Ha dedicato la sua vita all'insegnamento. Lui si descrive così: "Sono nato a Ceglie Messapica, un'enclave della bassa Murgia brindisina che ho lasciato solo per frequentare la Scuola di Don Bosco. Come tutti ho coltivato delle illusioni. Poi fui strinato da politicanti abili nel rubare i sogni e le speranze degli ingenui".

"Ora scarpino su ciottoli ed erbe incantato dai colori della quercia e dell'ulivo. Avviluppato nelle gasse della vita ho fatto il maestro. Per amore e disincanto ho scritto questi libri: La pampanella amara, Taccuino, Parole mai distratte, Grazie per i balconi fioriti, Barchette arancio e limone". Con LietoColle, 2004, la delicata silloge poetica "Nel mattino disperso" con prefazione di Mario Santagostini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'opera poetica di Gasparro il 28 a "Cibus"

BrindisiReport è in caricamento