rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cultura

Addio a Bertolucci: Benigni a Diso

DISO (Lecce) – Si è spento a Diso, in provincia di Lecce, il regista Giuseppe Bertolucci. Ad annunciare la notizia sono stati la moglie, Lucilla Albano, professoressa, ed il fratello Bernardo, autore di «Ultimo tango a Parigi». Bertolucci, malato da un paio d'anni, si è sentito male ieri, accusando problemi respiratori. Trasferito nel vicino ospedale di Tricase (Lecce), una nuova e violenta crisi, di fronte alla quale nulla hanno potuto fare i sanitari. Regista e sceneggiatore, per lunghi anni presidente della Cineteca di Bologna, Giuseppe Bertolucci era stato autore di vari film tra cui “Berlinguer ti voglio bene”, con Roberto Benigni.

DISO (Lecce) - Si è spento a Diso, in provincia di Lecce, il regista Giuseppe Bertolucci. Ad annunciare la notizia sono stati la moglie, Lucilla Albano, professoressa, ed il fratello Bernardo, autore di «Ultimo tango a Parigi». Bertolucci, malato da un paio d'anni, si è sentito male ieri, accusando problemi respiratori. Trasferito nel vicino ospedale di Tricase (Lecce), una nuova e violenta crisi, di fronte alla quale nulla hanno potuto fare i sanitari. Regista e sceneggiatore, per lunghi anni presidente della Cineteca di Bologna, Giuseppe Bertolucci era stato autore di vari film tra cui "Berlinguer ti voglio bene", con Roberto Benigni.

Aveva anche collaborato con il fratello Bernardo alla sceneggiatura di "Novecento". Era figlio del poeta Attilio. La camera ardente per accogliere il feretro di Giuseppe Bertolucci verrà all'allestita dall'Amministrazione comunale di Diso nell'ex convento dei cappuccini vicino al municipio. In paese è già arrivato il fratello del regista, Bernardo, mentre si attende in giornata l'arrivo di Roberto Benigni, suo grande amico.

Bertolucci, nato a Parma nel 1947, aveva mosso i primi passi nel mondo del cinema facendo da aiuto al fratello maggiore Bernardo nel film «La strategia del ragno» (1970). L'anno successivo l'esordio dietro la macchina da presa nel mediometraggio "I poveri muoiono prima", seguito dal film per la televisione "Andare e venire" (1972).

Nel 1975, con il fratello Bernardo e a Franco Arcalli, scrive la sceneggiatura di "Novecento". Nello stesso anno scrive il monologo teatrale "Cioni Mario di Gaspare fu Giulia" per Roberto Benigni, da cui verrà tratto il film del 1977 "Berlinguer ti voglio bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Bertolucci: Benigni a Diso

BrindisiReport è in caricamento