menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un backstage di 'Cesare deve morire'

Un backstage di 'Cesare deve morire'

Cineforum, "Cesare deve morire"

MESAGNE - L'appuntamento con i martedì dei "Cinecronici" del progetto cinerofum di Mesagne arriva puntuale anche oggi, martedì 18 dicembre. Stasera alle ore 20 l'associazione culturale "Cabiria" presenta presso le Officine Teatro Ariston "Cesare deve morire" dei fratelli Taviani, il film capolavoro del 2012 nel panorama del cinema italiano che ha vinto l'Orso d'Oro a Berlino ed è stato, inoltre, scelto a rappresentare l'Italia nella notte degli Oscar.

MESAGNE - L'appuntamento con i martedì dei "Cinecronici" del progetto cinerofum di Mesagne arriva puntuale anche oggi, martedì 18 dicembre. Stasera alle ore 20 l'associazione culturale "Cabiria" presenta presso le Officine Teatro Ariston "Cesare deve morire" dei fratelli Taviani, il film capolavoro del 2012 nel panorama del cinema italiano che ha vinto l'Orso d'Oro a Berlino ed è stato, inoltre, scelto a rappresentare l'Italia nella notte degli Oscar.

A cinque anni da "La masseria delle allodole", i fratelli Taviani questa volta si sono cimentati in un docu-dramma. Il film percorre il progetto annuale di teatro del carcere di Rebibbia a Roma, quindi il "Giulio Cesare" di Shakespeare, rappresentato dai detenuti del braccio di massima sicurezza. La tragedia di Shakespeare ripercorre gli ultimi momenti della vita del primo grande dittatore romano, dalla cospirazione dei senatori al suo omicidio per mano del figlio adottivo Bruto nelle Idi di marzo.

Le storie dei personaggi shakespeariani si fondono con quelle personali dei detenuti e proprio il perfetto connubio tra realtà e finzione è l'elemento chiave della pellicola dei Taviani, resa più efficace dalla scelta di far recitare i detenuti con i dialetti di origine. Alternando sequenze in bianco e nero e a colori, il film ripercorre l'intera preparazione del progetto teatrale: la presentazione dell'opera ai detenuti, l'assegnazione dei ruoli, le prove di recitazione, la messa in scena finale in costume.

"Il cineforum, a solo un mese di distanza dal suo inizio - ha detto Annarita Pinto, presidente dell'associazione Cabiria, scrittrice e sceneggiatrice - si è consolidato come un appuntamento fisso per gli appassionati di cinema della zona. Una formula che non si vedeva da anni in città e che sta unendo appassionati di tutte le età. Sono davvero molto soddisfatta di ciò che stiamo facendo e del risultato ottenuto fin'ora".

La serata si aprirà con l'aperitivo offerto dagli sponsor e una sorpresa, poi si passerà alla proiezione del film e al termine si terrà il consueto dibattito. Il costo è sempre di 5 euro (4 euro per gli associati). Per informazioni telefonare al numero 0831.1792991 oppure inviare una email all'indirizzo infoeventi@cinescript.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento