Conversazioni sul femminismo all’associazione “Di Vittorio”

MESAGNE - Venerdì 21 febbraio alle 18 nei locali dell'associazione "Di Vittorio" si conversa sul femminismo. Nel 1946 le donne non potevano votare. Nel 1963 non potevano essere magistrati e nel 1975 avevano ancora un “capo famiglia”. Nel 1981 all’uomo che uccideva una donna la legge riconosceva le attenuanti.Nel 1996 lo stupro offendeva la morale e non la persona.

Quando finalmente sembrava che delle lotte femministe non ci fosse più bisogno, ha iniziato a serpeggiare lenta e silenziosa una nuova forma di maschilismo. La lotta delle donne è oggi più difficile perché molti Diritti sono stati riconosciuti dal Legislatore, ma non sono poi cambiati nel profondo la cultura della società ed il comune sentire nei loro confronti.

In questo delicato periodo storico è stato ideato da Simona Cleopazzo per Collettiva il progetto <<Dalla stanza tutta per se’ al mondo - Conversazioni sul femminismo>>, un percorso di lettura al femminile che Simona offre per riflettere - condividere - resistere.


 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • “Brindisi in scena”: otto appuntamenti dal 17 ottobre al 5 dicembre

    • dal 25 settembre al 5 dicembre 2020
    • Nuovo Teatro Verdi
  • Rassegna d’autore al cinema Impero

    • dal 10 ottobre al 13 dicembre 2020
    • Cinema Teatro Impero
  • Al cinema Impero “ Narrazioni di genere”

    • dal 14 ottobre al 19 novembre 2020
    • Cine Teatro Impero
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BrindisiReport è in caricamento