Giovedì, 29 Luglio 2021
Cultura

“Dante pop e rock”: conversazione in remoto con il professore Trifone Gargano

Appuntamento venerdì 26 marzo. L’idea è quella di mostrare quanto Dante Alighieri, così distante da noi (e non solo cronologicamente), in realtà riesca ancora a ispirare interpreti e artisti

BRINDISI - A 700 anni dalla morte del grande vate Dante Alighieri l’Istituto comprensivo Casale di Brindisi ha organizzato un evento mediatico in remoto il giorno 26 marzo 2021 invitando il professore Trifone Gargano che tratterà l'attualità del grande poeta, presentando agli studenti il suo testo “Dante pop e rock” , in una narrazione che spazierà dal Medioevo ad oggi, curando con particolare attenzione le interazioni mediatiche e culturali di cui il sommo poeta è stato e rimane interprete di assoluto rilievo nel panorama della cultura italiana e mondiale.

La conversazione con il prof. Trifone Gargano, insegnante di Lingua e Letteratura italiana negli Istituti secondari e Professore a contratto di Didattica della lingua italiana e di Informatica per la letteratura presso l'Università di Foggia, vorrà peraltro condividere qualche curiosità sulla presenza di Dante nelle forme dell'espressione contemporanea. 

L’influenza della Commedia dantesca sull’immaginario degli artisti contemporanei è stata ed è infatti imponente, costituendo fonte per citazioni preziose e paradigma interpretativo per i traumi, le angosce, le aspirazioni e le speranze della nostra età. Essa può significare pertanto un tentativo di risposta/proposta adeguata rispetto al periodo difficile che stanno vivendo le popolazioni di tutto il mondo e nello specifico le comunità scolastico- educative.
La presenza attiva di Dante non si è arrestata con la fine del secolo (e del millennio); anzi, oggi appare ancor più vivificata, per quantità e per qualità. Questo libro segue le tracce di alcune ri-scritture e re-invenzioni, all’interno del così detto “dantismo creativo”, nei sentieri della musica pop e rock. Musicisti e cantautori, infatti, si sono cimentati con il poema dantesco, contribuendo, così, a rinnovare e a rilanciare il mito di Dante.
L’idea è quella di mostrare quanto Dante Alighieri, così distante da noi (e non solo cronologicamente), in realtà riesca ancora a ispirare interpreti e artisti. In questo caso in una visione trasversale che vede la poesia e la prosa approdare a nuove vesti e contenuti all' uopo i ragazzi saranno autori di un video celebrativo che ripercorrere la vita e i valori della poetica dantesca tenendo ancor più attuale se possibile un uomo di immensa cultura simbolo dell’ italianità e della sua sempre attuale e innovativa visione del mondo e dei popoli in un cantico rock che unisce le genti e travalica i confini.

Nel progetto che verrà portato avanti da tutti i docenti di lettere e musica insieme ai propri alunni delle Classi seconde del plesso “Kennedy” il Sommo Poeta  assurgerà al ruolo di vero e proprio Direttore d’Orchestra rispetto a una miriade di rifunzionalizzazioni che a partire dal suo poetare conducono ai più disparati generi musicali della contemporaneità.

"Abbiamo voluto ritrovare per questa celebrazione del VII centenario della morte del sommo poeta un Dante diverso per far appassionare i nostri studenti con una nuova didattica, con il gioco,  o spettacolo, oltre che incontrarlo e studiarlo nella tradizionale lettura e nell'approfondimento accademico e artistico. Un “Dantedí”, dunque, un appuntamento irrinunciabile per scoprire e riscoprire la cultura e l'emozione di opere indimenticabili nel panorama letterario mondiale Dante è morto, viva Dante, viviamo Dante!"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Dante pop e rock”: conversazione in remoto con il professore Trifone Gargano

BrindisiReport è in caricamento