menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A sinistra Gabriele Quaranta con la sua crew

A sinistra Gabriele Quaranta con la sua crew

E Gabriele diventò il re dei B-Boys

MESAGNE - Lui è piccolino ma la forza associata alla danza che ha nel corpo è sinonimo di supremazia. Il 16 dicembre scorso durante il Fluid Jam - evento internazionale di Breakdance - che si è tenuto a Roma, il mesagnese Gabriele Quaranta detto "Omed", è stato premiato come "Best Italian B-Boy" aggiudicandosi la diretta partecipazione all'evento mondiale, l'Ibe 2013, che si terrà nei prossimi mesi in Olanda.

MESAGNE - Lui è piccolino ma la forza associata alla danza che ha nel corpo è sinonimo di supremazia. Il 16 dicembre scorso durante il Fluid Jam - evento internazionale di Breakdance - che si è tenuto a Roma, il mesagnese Gabriele Quaranta detto "Omed", è stato premiato come "Best Italian B-Boy" aggiudicandosi la diretta partecipazione all'evento mondiale, l'Ibe 2013, che si terrà nei prossimi mesi in Olanda.

l Fluid Jam (quest'anno alla sua settima edizione) è uno spettacolo che vede la partecipazione di ballerini di altissimo livello provenienti da tutto il mondo. Quest'anno c'erano artisti arrivati nella capitale dagli Stati Uniti, Korea, Taiwan, Canada, Russia, Francia, Spagna, Olanda, Finlandia, Polonia, Uk, Spagna, Kazakhzan oltre che da tutta l'Italia, compresa la Puglia e Mesagne.

Gabriele Quaranta è partito per Roma con i suoi allievi, facendoli partecipare alla gara dei "kids", una gara under 15, arrivando in semifinale. "Omed" ha partecipato al Fluid Jam 2012 con la propria "crew", tutti ragazzi provenienti dal Salento. Avevano oramai fatto fuori "mezzo mondo". Last Alive Crew ha raggiunto la fase finale ed è scelta tra le 8 migliori crew delle qualificazioni su oltre 60 gruppi iscritti.

"Al tabellone finale - racconta Gabriele Quaranta a BrindisiReport.it - ci scontriamo contro la Russia, contro gli Illusion of Exist che purtroppo ci hanno sconfitti ma comunque è stata una sfida agguerrita e che ha dato tanto spettacolo".

Il Fluido Jam supporta la cultura Hip Hop nella divulgazione della sua corretta definizione dalle origini attraverso le sue 4 arti originarie: Djing, Writing (Graffiti), Breaking (Bboying), Mcing (Rap Music). Il Bboying è ormai una comunità mondiale che unisce culture apparentemente diverse ma accomunate da un unico grande filo conduttore, la passione per la danza. L'evento 2012 è stato ospitato dallo Ials, storico Centro di Formazione Artistica di Roma, con Bboy americani Atn (Battle Born Crew) da Las Vegas e Thesis da Seattle (Khca) vincitore della sesta edizione del Fluid Jam.

Oggi è ancora Mesagne ad aggiudicarsi il primato. Gabriele Quaranta è stato scelto come Best Italian B-BOY e volerà direttamente in Olanda per sfidare un'altra parte di mondo dell'Hip Hop. Gabriele Quaranta è il titolare della scuola di danza che si trova sempre nella sua città "Danza In Disordine", insieme a Sara Baldini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento