"Tra fede e sport", incontro streaming con Pier Bergonzi

Il giornalista è vicedirettore della Gazzetta dello Sport e autore dell'intervista a papa Francesco sul tema

BRINDISI - Incontro streaming con Pier Bergonzi, vicedirettore de La Gazzetta dello Sport e autore dell'intervista a papa Francesco sullo sport. Il giornalista è stato ospite nel pomeriggio di martedì 12 gennaio di un incontro che si è tenuto in diretta streaming sulla pagina Facebook Pastorale Sociale Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni. Nel corso dell’iniziativa dal tema: “Tra Fede e sport. L’enciclica laica di Francesco”, il vicedirettore de La Gazzetta dello Sport ha dialogato con don Mimmo Roma, parroco della Cattedrale di Brindisi, Orsola Tasso, direttore responsabile di BrindisiCronaca e con due giovani studenti universitari della diocesi di Brindisi-Ostuni impegnati in vari campi all’interno del mondo della comunicazione, Antonio Solazzo e Antonello Gioia.

All’inizio del nuovo anno, lo scorso sabato 2 gennaio, il quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport è uscito nelle edicole con un’importante iniziativa giornalistica: un’intervista esclusiva a papa Francesco sullo sport firmata dal suo vicedirettore, Pier Bergonzi. Parti dell’intervista alla quale ha collaborato anche don Marco Pozza, cappellano del carcere di Padova e autore della toccante Via Crucis dello scorso anno scritta per papa Francesco, sono state pubblicate oltre che sulla Gazzetta anche sul settimanale Sportweek, mentre la versione integrale del lungo ed intenso colloquio con il Santo Padre è uscita lo stesso giorno in un libro dal titolo “Lo sport secondo Papa Francesco”, che il quotidiano sportivo ha voluto regalare ai suoi lettori e agli sportivi.

Nell’intervista Papa Bergoglio, sempre vicino agli atleti e ai temi legati allo sport, ha risposto ad oltre trenta domande, approfondendo in particolare le prime sette, che ruotano attorno ad altrettante parole chiave: lealtà, impegno, sacrificio, inclusione, spirito di gruppo, ascesi e riscatto. Il pontefice ha raccontato la propria visione dello sport, i ricordi d’infanzia, quando giocava a calcio con una palla di stracci, ha parlato di principi altissimi, consegnandoci una sorta di “enciclica laica” sullo sport.  

Bergonzi, nell'incontro streaming, ha raccontato la genesi dell’intervista, la sua amicizia con don Marco Pozza, che il vicedirettore della Gazzetta dello Sport ha conosciuto dieci anni fa, quando entrambi, appassionati di sport, parteciparono alla maratona di New York. Si è soffermato poi sulle sette parole chiave che ha selezionato dal racconto di Papa Bergoglio, parole attraverso le quali, per il vicedirettore, si può rileggere tutto l’apostolato di papa Francesco, tutto il suo credo, a prescindere dallo sport.

“Ma grazie allo sport”, afferma, “abbiamo dato in qualche modo voce a tutto quello che lui voleva dire anche al di fuori dello sport”. Il giornalista ha evidenziato poi come lo sport per papa Francesco non abbia a che fare con il professionismo, con i grandi guadagni, con lo sport business, ma deve mantenere la dimensione amatoriale, lo spirito iniziale. Lo spirito dello sport non è soltanto la vittoria, che a volte può portare all’arroganza. Lo spirito dello sport è anche nell’elaborazione della sconfitta. “Dice una  frase che poi noi abbiamo messo sulla prima pagina della Gazzetta”, afferma Bergonzi. “Chi vince non sa cosa si perde”, cioè tutta la bellezza che sta dietro il raggiungimento di qualcosa”. 

E sul perché il papa abbia scelto di fare l’intervista con lui e con don Marco Pozza e perché abbia scelto lo sport, il vicedirettore dice: “Perché lo sport, come la fede, parla un linguaggio universale”. L’iniziativa organizzata dalla Pastorale Sociale dell’Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni, nella quale sono stati affrontati tanti temi attuali legati allo sport, è terminata con i saluti di don Mimmo Roma, che ha auspicato che l’intervista al pontefice generi qualcosa nei nostri territori: “Tutte queste parole”, afferma don Mimmo, “lealtà, ascesi, inclusione, spirito di gruppo, sono delle parole che devono trovare concretezza poi nei piccoli territori, nei nostri territori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento