rotate-mobile
Cultura

Gli "Invisibili" dell'Ilva

GROTTAGLIE - La fabbrica siderurgica più discussa in Italia, l’ex Italsider di Taranto, attuale Ilva, sarà protagonista in un libro intitolato “Invisibili. Vivere e morire all’Ilva di Taranto”, scritto dal giornalista Fulvio Colucci e dall’operaio-scrittore Giuse Alemanno.

GROTTAGLIE - La fabbrica siderurgica più discussa in Italia, l?ex Italsider di Taranto, attuale Ilva, sarà protagonista in un libro intitolato ?Invisibili. Vivere e morire all?Ilva di Taranto?, scritto dal giornalista Fulvio Colucci e dall?operaio-scrittore Giuse Alemanno.

Per la prima volta, la realtà vissuta dagli operai, fatta di paure, trattandosi di una fabbrica con alto tasso di inquinamento e di mortalità sul posto di lavoro, è messa nero su bianco, e gli autori danno voce alle emozioni e alle proteste di quegli stessi operai, che ogni giorno rischiano la propria vita. Colucci e Alemanno hanno raccolto, infatti, testimonianze e storie di vita di chi ha lavorato all?Ilva per tanti anni. Storie di tute blu, si potrebbe dire.

La presentazione del libro si terrà domenica 3 giugno, alle 19, presso l?atrio del Castello Episcopio di Grottaglie (TA), gestita da Franco Calzolaio e con la partecipazione di Sel Donatella Duranti, coordinatrice provinciale. All?occasione, non potranno mancare operai, sindacalisti, di ieri e di oggi, riuniti per raccontare la propria esperienza.  L?ingresso sarà gratuito. Le illustrazioni di ?Invisibili. Vivere e morire all?Ilva di Taranto? sono a cura di Christian Imbriani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli "Invisibili" dell'Ilva

BrindisiReport è in caricamento