menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I Crifiu

I Crifiu

Il sound salentino spopola sul web

LECCE - Una terra che si affaccia su due mari, Adriatico e Jonio. La Puglia madre di figli che vanno via e di figli che ritornano. Basta sbattere i piedi per creare un suono. E la Puglia è anche madre della musica, dei suoni che conquistano il mondo. Un altro successo made in Salento, oggi, conquista il primato dei singoli più cliccati sul web, "Rock & Rai" dei Crifiu - band salentina - è il primo singolo estratto dall'album "Cuori e Confini" con la partecipazione di Nandu Popu dei Sud Sound System.

LECCE - Una terra che si affaccia su due mari, Adriatico e Jonio. La Puglia madre di figli che vanno via e di figli che ritornano. Basta sbattere i piedi per creare un suono. E la Puglia è anche madre della musica, dei suoni che conquistano il mondo. Un altro successo made in Salento, oggi, conquista il primato dei singoli più cliccati sul web, "Rock & Rai" dei Crifiu - band salentina - è il primo singolo estratto dall'album "Cuori e Confini" con la partecipazione di Nandu Popu dei Sud Sound System.

Più di trecentomila visualizzazioni su YouTube per il sound del Salento. "Il mare tra le terre, Mar Mediterraneo. Io Salentino. Io italiano. C'è un mondo nuovo a due passi da qui. Rock & Rai. Un mondo nuovo che parte da qui". Parole che fanno del singolo dei Crifiu un successo. Una musica che si mescola tra loop dance e ritmiche maghrebine.

In rotazione, oramai, su tante radio italiane il singolo "Rock & Raï" continua a rimanere alto in classifica. Adesso, è il videoclip - girato tra il Salento e il Marocco da Gianni De Blasi, Produzioni Zero Project - anche a diventare vincitore, con più di 300 mila click sul web.

Un brano che risveglia un po' le coscienze del momento. Dove l'Italia, la Puglia si rende terra di accoglienza, ancora una volta. Una voglia sfrenata di sentirsi tutti uguali. Un mare, il Mediterraneo, capace di abbracciare più popoli, più culture il "mare che bagna le terre del mare tra le terre". Un sound che mette allegria, festa. Una danza che accomuna. "Sta cambiando la musica". "Lu mare diffonde rabbia e passione".

"Io maghrebino, turco, algerino / berbero, libico, greco, iracheno / io tunisino, io marocchino / siriano, andaluso, occitano, sloveno / montenegrino, bosniaco, croato/ palestinese, israeliano, egiziano / io libanese, io albanese / io salentino, io italiano". E quando sono gli animi a risvegliarsi, quelli dei giovani, e sono pronti a cantare la libertà, l'uguaglianza, è proprio vero che "la musica sta cambiando".

Un brano attuale che è stato sostenuto dalla colonna portate di un'altra band salentina oramai affermata nel panorama musicale, Nandu Popu dei Sud Sound System (che in queste settimane sta promuovendo il suo primo libro "Salento fuoco e fumo" edito Laterza), che regala al brano il suo dialetto salentino e un reggae dub così libero da saper coinvolgere anche i meno appassionati al vento di questo sound.

Un incontro tra rock, elettronica e melodie mediterranee che sconvolgono ed emozionano, tra voce e percussioni (Andrea Pasca), fiati e programmazioni (Sandro De Pauli), batteria e drums machine (Ivan Schito) e corde e synth (Luigi De Pauli) ovvero i Crifiu.

Il loro album "Cuori e Confini" prodotto da Dilinò e distribuito da Goodfellas è stato promosso con il sostegno di Puglia Sounds - P.O. Fesr Puglia 2007-2013 Asse IV. Il cd vanta la produzione artistica di Arcangelo "Kaba" Cavazzuti, già batterista di Vasco Rossi ed ex produttore-musicista dei Modena City Ramblers, e la presenza di ospiti nazionali e internazionali, tra cui Papet J, mc dei Massilia Sound System (Francia), Lou Dalfin, Gastone Pietrucci de La Macina, Cisco e il salentino doc Nandu Popu.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento