rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cultura

Indagine iperrealista sulla natura

BRINDISI - "La collaborazione con un eccellente disegnatore americano (Azmir) ha su Passante lo stesso effetto di quando si strappa la spoletta dalla bomba. Intanto l'uso costante della macchina fotografica lo aiuta ad inquadrare il tema. Ma è l'incontro con i quadri dei mostri sacri dell'iperrealismo americano (Chuck Close su tutti) ad una mostra a Francoforte che determina la scelta peraltro scontata dell'artista".

BRINDISI - "La collaborazione con un eccellente disegnatore americano (Azmir) ha su Passante lo stesso effetto di quando si strappa la spoletta dalla bomba. Intanto l'uso costante della macchina fotografica lo aiuta ad inquadrare il tema. Ma è l'incontro con i quadri dei mostri sacri dell'iperrealismo americano (Chuck Close su tutti) ad una mostra a Francoforte che determina la scelta peraltro scontata dell'artista".

"Infine un raro senso di osservazione, un acume non comune ed una tecnica prodigiosa saranno gli strumenti che aiuteranno Passante a cimentarsi con una spettacolare quanto intrigante arte quale appunto l'iperrealismo di cui oggi è uno dei migliori protagonisti". Così scrive del pittore iperrealista Alfredo Passante, 59 anni, che vive a lavora a S.Vito dei Normanni.

Del maestro Passante sabato 10 settembre al Bastione S. Giacomo di Brindisi verrà inaugurata la mostra "Indagine nella natura", aperta sino al 21 settembre dalle 10 alle 12,30, e nel pomeriggio dalle 17 alle 20,30. La coreografia artistica è affidata a Virde Pina. Vernissage alle 19,30 in punto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine iperrealista sulla natura

BrindisiReport è in caricamento