rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cultura

"La nostra avventura a XFactor"

Occhi grandi, sorriso che non va via (o solo quando si sentono un attimo in difficoltà), si muovono in continuazione, scarabocchiano su fogli ma con le orecchie sempre attente a ciò che si dice intorno e a volte, intimidito, lo sguardo è anche abbassato. Sono tre piccoli artisti brindisini che da grandi vorrebbero (mi correggono) "vogliono fare i cantanti". La paura non si nasconde, è viva quando la voce trema ma un attimo dopo sale l'emozione nel raccontare il proprio sogno, e la loro adrenalina sale, si percepisce anche ad occhi chiusi.

Occhi grandi, sorriso che non va via (o solo quando si sentono un attimo in difficoltà), si muovono in continuazione, scarabocchiano su fogli ma con le orecchie sempre attente a ciò che si dice intorno e a volte, intimidito, lo sguardo è anche abbassato. Sono tre piccoli artisti brindisini che da grandi vorrebbero (mi correggono) "vogliono fare i cantanti". La paura non si nasconde, è viva quando la voce trema ma un attimo dopo sale l'emozione nel raccontare il proprio sogno, e la loro adrenalina sale, si percepisce anche ad occhi chiusi.

Loro sono: Francesco Vecchio, neo 18enne di Erchie (il cantastorie), Giulia Miccoli 19 anni di Torre Santa Susanna (il jolly) e Chiara Di Viggiano, 19enne sempre di Torre Santa Susanna (la silente osservatrice). Tutti e tre sono allievi della "Four Art Academy" di Erchie, seguiti dai maestri Eleonora D'Apolito e Alessandro D'Angelo.

Da finalisti ad XFactor, il reality della voce con Simona Ventura, Morgan, Elio (Elio e le storie tese), Arisa, a Cinecittà e far parte di nuove fiction, cortometraggi pilota, e vincere, anche, il concorso nazionale "Star Print" a Fiuggi nella categoria canto. Loro non sono macchine, ragazzi comandati da una mano che dice loro cosa fare e cosa dire, loro sono piccole stelle, loro sono purezza di vita (ignari a volte, anche, delle difficoltà che un domani il grande e faticoso mondo dello spettacolo potrebbe fargli incontrare).

Ma Giulia, Chiara e Francesco a piccoli passi, e chiudendo gli occhi mentre cantano, stanno camminando per raggiungere il loro sogno più grande. Unica e indissolubile sicurezza, ad oggi, per i tre giovanissimi artisti, è quella di avere addosso, e sentirsi calvalcare nell'animo, la musica.

Francesco Vecchio a luglio scorso, su circa 60 mila giovani cantanti presentatasi alle selezioni e casting del reality televisivo in onda su Sky e diretto da Simona Ventura con coach d'eccezione come Arisa, Morgan ed Elio, XFactor, è riuscito a diventare un finalista dell'ultimo gruppetto di sei artisti che si giocavano i 3 posti per far parte della trasmissione in onda tra qualche mese. La sua avventura è iniziata a maggio 2012, ancora 17enne, inviando una mail per il casting del reality.

Pochi giorni, e Francesco fu chiamato dalla redazione di XFactor che aveva ascoltato il suo demo, per presentarsi a Bari, presso una padiglione della Fiera del Levante. Su circa 2000 partecipanti, il giovane cantante di Erchie passò tutte le prove ed avere l'accesso a Milano, per il casting vero e proprio. Presso il Teatro Nazionale, Francesco Vecchio, si ritrova a calcare un palcoscenico enorme con altrettanti grandissimi personaggi del mondo della tv e musicale quale la giuria tecnica di XFactor, e anche un pubblico in platea che era li per applaudire i giovanissimi.

Francesco con la sua voce soul, fa impazzire il teatro milanese, e anche qui tra applausi di Simona Ventura e degli altri vocal coach, passa il suo provino, e si aggiudica l'entrata nel "BootCamp" (la selezione più ardua, ci sottolinea Francesco). Qui, su 120 finalisti, ancora una volta Francesco, passa il provino, ed entra a far parte dei 10 finalisti che poi diventano 6, ovvero gli OnVisit. A questo punto, bisogna superare l'ultima prova per raggiungere il traguardo ed entrare a far parte della scuola di Xfactor.

Simona Ventura porta i sei artisti  in Costa Smeralda, il un residence, è qui che a metà luglio scorso si è tenuta l'ultimo casting per Francesco. "Hai una voce che ancora deve crescere tanto, ma hai le capacità per poter calcare un palco quale quello di Xfactor, mi auguro che tu l'anno prossimo decida di ritornare. Intanto continua a studiare tanto" - queste le parole che Simona Ventura dice a Francesco Vecchio quando gli comunica che la sua esperienza per quest'anno non può continuare. "E' stata un'esperienza strabiliante - racconta a BrindisiReport il giovane - non sono deluso ma contentissimo per il risultato raggiunto, l'anno prossimo ci riproverò".

Ora tocca a lei, alla 19enne, cresciuta già tanto. Semplice nei suoi modi, genuina nella sua voce e molto attenta al suo corpo, si tratta di Giulia Miccoli, torrese, e lei è il jolly del gruppo. Jolly perchè, Giulia, canta, recita, s'immedesima in romanaccia quando le va, insomma sarebbe già adatta, guardando il mondo della televisione, ad un musical. Ma la sua voce graffia, lei è una cantante black, nera, anche se quando le chiedi cosa ha sempre ascoltato nella sua vita, ti risponde con sorriso che illumina gli occhi: "Adriano Celentano e Anna Oxa".

Lei è la "pazzerella" del gruppo, quella che mette il dito anche nei discorsi degli altri, vuol emergere, vuole esplodere. A gennaio scorso, la 19enne è stata scelta per interpretare un ruolo importante nella commedia "Adamo volle Eva" scritta da Donatella Cotesta e Francesco D'Apolito. Ma non solo, farà parte di una fiction scritta sempre da Cotesta  (premio Oscar del Teatro oltre ad essere un'attrice affermatissima e regista romana) un progetto esilarante girato a Cinecittà con la collaborazione di Giorgio Tonti, direttore della fotografia che ha lavorato col grande Orson Welles. La produzione sta definendo le ultime scene della puntata pilota che vede tra gli attori anche Demetra Hampton.

Ora il testimone passa alla "silente osservatrice" ovvero Chiara Di Viggiano, 19enne di Torre Santa Susanna. anche lei, allieva dell'accademia di Erchie e anche lei cantante. L'artista brindisina si è aggiudicata il primo premio nella categoria canto, del "Concorso Nazionale Star Print" che si tiene ogni anno a Fiuggi. Chiara ha vinto una borsa di studio pari a 1500 euro per un lavoro in sala di registrazione. Chiara, ha scelto di spenderli nella Four Art Academy ed è qui che grazie anche alla collaborazione della Vigor Music, si sta lavorando alla progettazione di inediti.

Tutto questo è grazie alla tenacia, all'amore verso la musica, l'arte, il teatro, lo spettacolo che ha Eleonora D'Apolito, l'insegnante dei tre allievi presso la Four Art Academy ad Erchie. "Il mio interesse - sottolinea a BrindisiReport Eleonora D'Apolito - è creare bacini d'utenza e possibilità per artisti emergenti che hanno l'ambizione di crescere e formarsi e da anni mi muovo in questo senso e non da sola. Infatti da quest'anno il salto in avanti è stato quello di collaborare con la Vigor Music?.

?Proprio a gennaio scorso abbiamo organizzato dei casting presso Officine Teatro Ariston di Mesagne e la Four Art Academy di Erchie, da qui abbiamo scelto una rosa di giovani talenti per un progetto artistico in programmazione, ed intanto attingiamo da quel casting per proporre ragazzi nelle varie situazioni che ci vengono offerte. Voglio anche ricordare un'altra nostra allieva, Adriana Sardano che ha 19 anni ed è di Brindisi che in questi giorni sta promuovendo il suo primo singolo ?E' tempo di? prodotto dalla Vs Record ed è ospite nel tour di Ciccio Riccio. Il nostro intento resta sempre quello di partire e creare dal nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La nostra avventura a XFactor"

BrindisiReport è in caricamento