Libri: un’emozione da cogliere al Volo

OSTUNI - Anteprima di primavera, per un’ Emozione chiamata libro. La kermesse letteraria apre in anticipo la stagione e si appresta a vivere una Prima d’eccezione. Sul palco arriva Fabio Volo, con il suo ultimo libro dal titolo: “Il tempo che vorrei” (Mondadori).

Fabio Volo

OSTUNI - Anteprima di primavera, per un’ Emozione chiamata libro. La kermesse letteraria apre in anticipo la stagione e si appresta a vivere una Prima d’eccezione. Sul palco arriva Fabio Volo, con  il suo ultimo libro dal titolo:  “Il tempo che vorrei” (Mondadori).L’appuntamento con l’attore, conduttore e scrittore di origini lombarde aprirà di fatto la XIV edizione della rassegna letteraria, allestita quest’anno sull’onda di un tema di fonda: “Viva l’Italia! O no?L’incontro avrà luogo il prossimo 8 aprile (ore 18.30) in una location inedita per quanto attiene l’organizzazione degli eventi letterari ostunesi: il Teatro Roma di Ostuni. Ad accogliere Volo, come tradizione, ci saranno il sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella e la curatrice della manifestazione, Anna Maria Mori.

Fari puntati, dunque, sul Libro: Un padre, un figlio e un viaggio in treno. L’occasione per il ragazzo di pensare alla sua infanzia così legata a fantasie assurde, di pensare all’amore finito, di riflettere su temi come l’amicizia e il lavoro. E soprattutto di riflettere sul rapporto con la persona che gli è seduta di fronte, suo padre.

Dopo il successo dei suoi precedenti romanzi, da “Esco a fare due passi” a “Il giorno in più”, che hanno venduto oltre due milioni e mezzo di copie e sono stati tradotti in molti paesi del mondo, Fabio Volo propone  ora un romanzo che si preannuncia estremamente intenso, perché è una riflessione “stile Volo” su temi cari a tutti, e sui quali tutti prima o poi si soffermano a pensare.

Fabio Volo, all’anagrafe Fabio Bonetti, dotato di una notevole vèrve e di uno spirito un pizzico esibizionista, muove i primi passi nel mondo dello spettacolo grazie all'incontro con Claudio Cecchetto, il gran burattinaio della radio e della canzone italiana. Il geniale scopritore di talenti, a cui si devono i lanci di numerosi stelle del panorama nazionale, lo prende sotto la sua ala e gli offre un posto a Radio Capital dove Fabio non dovrà fare altro che quello che gli riesce meglio: intrattenere. Insomma, prende forma quella sua anima da deejay che ne fanno uno dei personaggi più singolari ed eclettici oggi in circolazione. La sua figura sbarazzina e un po' surreale non poteva poi lasciare indifferente un regista sensibile come Alessandro D'Alatri, che volle sfruttarlo come contraltare dell'apparentemente più dura e determinata Stefania Rocca nel suo film "Casomai", uscito nel 2002. Senza abbandonare i suoi impegni radiofonici, Fabio si è imposto anche in televisione, su Italia 1, nel 2003, con il programma "Smetto quando voglio", e all'inizio del 2005 con "Lo spaccanoci". Quindi il cinema: "Uno su due" (2007, regia di Eugenio Cappuccio), "Bianco e nero" (2008, regia di Cristina Comencini), "Matrimonio e altri disastri" (2009, regia di Nina Di Majo).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Torna a “Una Emozione chiamata libro” - organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Bottega del Libro - a distanza di alcuni anni dalla pubblicazione del suo primo libro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Sub disperso in mare: ritrovato il corpo privo di vita

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • "Dacci 50mila euro o ti bruciamo gli ulivi": ma l'imprenditore sporge denuncia

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Subito in commercio lo strumento brevettato da un odontoiatra di Francavilla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento