“Lucio Dalla dove vai?” Bruno Cabassi e la sua band per l’omaggio al cantante

SAN MICHELE SAKENTINO - Un talk show? Un concerto? Un varietà? C’è un po' di tutto questo nello spettacolo “Lucio dove vai?” che si terrà mercoledì 4 marzo 2020 alle ore 20 presso la Pinacoteca Comunale di San Michele Salentino.

Lo spettacolo racconta gli esordi di Lucio Dalla attraverso un percorso narrativo con video, fotografie, musica, testi recitati e racconti inediti direttamente dalla voce di Bruno Cabassi (detto "Kabur" dallo stesso Lucio Dalla), tastierista della band "Gli Idoli" che accompagnava Lucio ai suoi esordi tra gli anni '60 e inizi '70.
Un viaggio alla scoperta di uno dei più interessanti artisti italiani, mettendone in luce gli aspetti più inediti e sconosciuti, voluto dall’Amministrazione comunale e dall’assessorato alla Cultura diretto da Rosalia Fumarola.

L’evento "Lucio dove vai?" è una stupenda rappresentazione musicale, un vero e proprio concerto narrativo che racconta il Lucio Dalla degli anni 60 e che è in se una jam session in cui gli artisti ripercorrono in chiave jazz, bossa, reggie, swing, alcuni degli storici brani di Dalla, con Bruno Cabassi alle percussioni, Francesca Semeraro alla voce e Pasquale Suma alla chitarra.

Ad intervallare le esibizioni musicali, il poeta Onofrio Fortunato che reciterà alcuni scritti di Dalla attraverso i quali verrà dato risalto all'artista bolognese, alla sua simpatia e alla sua sensibilità.

L’evento rientra nell’ampia programmazione “Container Art” che l’assessora alla Cultura, Rosalia Fumarola, vuole attuare all’interno della Biblioteca-Pinacoteca “S. Cavallo”: " ‘Container Art’ è il nome dato a una mia idea, all'interno della quale gli eventi culturali, saranno strutturati in coworking, cioè uno spazio condiviso dove creatività, esperienze e competenze s’incontrano e collaborano per una crescita condivisa – spiega la Fumarola - laboratori, mostre d'arte, spettacoli musicali, teatro, cinema, letteratura, poesia, convegni su attualità, lavoro, agricoltura, politica, ambiente e territorio, famiglia, eventi sociali, salute e benessere. La cultura come strumento interpretativo, ovvero, un insieme di rappresentazioni che permettono di affrontare varie situazioni della vita, come motore di crescita della persona e di riflesso dell'ambiente sociale ed anche economico.”

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • “Brindisi in scena”: otto appuntamenti dal 17 ottobre al 5 dicembre

    • dal 25 settembre al 5 dicembre 2020
    • Nuovo Teatro Verdi
  • Rassegna d’autore al cinema Impero

    • dal 10 ottobre al 13 dicembre 2020
    • Cinema Teatro Impero
  • Al cinema Impero “ Narrazioni di genere”

    • dal 14 ottobre al 19 novembre 2020
    • Cine Teatro Impero
  • Corsi per creativi in modalità online o in presenza

    • dal 13 al 15 novembre 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BrindisiReport è in caricamento