rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cultura

Martedì a Palazzo Nervegna "Alboran" di Emiliano Poddi

BRINDISI - Martedì 14 settembre sarà presentato, nella Sala delle Conferenze di Palazzo Granafei Nervegna, alle 19, l’ultimo libro di Emiliano Poddi, Alboran (Instar libri). Si tratta del secondo lavoro dello scrittore brindisino, che segue quello del debutto, dal titolo “Tre volte invano”, edito nel 2007 e giunto tra i finalisti del Premio Strega nel 2008.

BRINDISI - Martedì 14 settembre sarà presentato, nella Sala delle Conferenze di Palazzo Granafei Nervegna, alle 19, l'ultimo libro di Emiliano Poddi, Alboran (Instar libri). Si tratta del secondo lavoro dello scrittore brindisino, che segue quello del debutto, dal titolo "Tre volte invano", edito nel 2007 e giunto tra i finalisti del Premio Strega nel 2008.

Come ha sottolineato Angiola Codacci-Pisanelli sul numero 35 dell'Espresso, anche in questo libro di Poddi si ritrova, come in quello del debutto, "una dimensione epica delle vicende quotidiane dei giovani italiani di oggi, facendole diventare meritevoli di essere raccontate e lette". Emiliano Poddi racconta in Alboran la storia di Luca Solinas, regista radiofonico trentenne che canta, in modo del tutto autobiografico, il Bruce Springsteen "dell'avevo un lavoro, avevo una ragazza" e lavora con l'altro personaggio del libro, Ezio, tecnico del suono.

La storia di Alboran ruota attorno a questa amicizia, al rapporto interrotto e ritrovato fra Luca e l'amore, al dialogo ritrovato con la figura del nonno e la sua educazione, fra magia dell' infanzia e presente, ben simbolizzato dalla diretta radiofonica. Come ha scritto lo stesso Poddi, il libro nasce dal rinvenimento di una cassetta su cui il nonno dello scrittore aveva registrato una intervista sul futuro al nipote. La scoperta di questa cassetta si rivela per l'autore una sorta di "emozione violenta e illuminante nel tentativo di fare i conti con i lati oscuri interni.

Passato e presente e paura di cambiare sono concetti chiave del libro, presenti sin dalla copertina che, come ricorda Poddi, li sintetizza con l'immagine di "una musicassetta immersa in un liquido, indecisa fra l'andare giù, come dovrebbe essere secondo le leggi della fisica, oppure il risalire". Non casualmente questi temi sono stati al centro dell'ultimo Salone Internazionale del libro di Torino, dove il libro di Poddi è stato presentato ufficialmente. A Torino, dopo una carriera di giocatore di pallacanestro e una laurea in lettere classiche, Poddi ha frequentato la Scuola Holden di Alessandro Baricco, conosciuto poco prima a Lecce in un convegno.

L'iniziativa promossa dalla Associazione Dante Alighieri, Comitato di Brindisi, in collaborazione con il Comune, sarà presentata dal sindaco Domenico Mennitti, e dal presidente e dal vicepresidente dello stesso Comitato, Ettore Catalano e Dina Nani. Sarà presente l'autore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martedì a Palazzo Nervegna "Alboran" di Emiliano Poddi

BrindisiReport è in caricamento