“Mostra sulla Settimana Santa, tra storia devozione popolare e tradizioni”

LATIANO - Le processioni, le statue, le foto, i simboli, non solo come manifestazione pubblica di fede ma come testimonianza di una storia, di un vissuto, di una cultura che ancora oggi, a distanza di tanti anni, sono in grado di parlare al cuore e all’anima di tante persone e probabilmente anche in grado di suscitare emozioni e senso di appartenenza alla propria città, alle proprie radici. È questo quello che vuole trasmettere la mostra in allestimento a Latiano, visitabile dal 18 al 25 Marzo nella chiesa di Sant’Antonio, dal titolo “Mostra sulla Settimana Santa, Tra storia devozione popolare e tradizioni”. Si tratta di un percorso intriso di religiosità e suggestione, in cui saranno esposte le statue che percorrono le vie della città nella processione del Venerdì Santo oltre alla mostra fotografica curata dalla fotografa Federica D’Ambrosio nonché dipinti e sculture di alcuni dei più importanti artisti del nostro territorio: Carmelo Conte, Cosimo Di Salvatore e Maria Concetta Lomartire.  Sede dell’iniziativa sarà la chiesa di Sant’Antonio, sede dell’Arciconfraternita dei Morti, sodalizio che è riuscita a realizzare questa importante iniziativa grazie alla sinergia tra le quattro confraternite della Città, al sostegno del loro padre spirituale don Salvatore Rubino e al curatore della mostra Giuseppe Argese, responsabile delle Comunicazioni sociali delle parrocchia “Santa Maria della Neve. “Rispetto a tanti momenti sacri, così diffusi nelle nostre città e nei nostri paesi – spiegano gli organizzatori – la Settimana Santa, per l’atmosfera che la caratterizza, per la partecipazione che raccoglie, per la continuità generazionale che la contraddistingue, è, dopo il Santo Natale, uno dei momenti più sentiti dell’anno. La Mostra che abbiamo realizzato è una testimonianza di fede che viene resa attraverso i momenti più importanti della Settimana Santa. È anche però un elogio e un riconoscimento alla capacità artistica e realizzativa di scultori e cartapestai che, tanti anni fa, hanno dato forma e immagine ai volti del Cristo, alla sua sofferenza sul Calvario, e all’infinito dolore di Maria, sua Madre. Se quei simboli, quelle statue, ancora oggi commuovono, parlano a tutti noi, ci raccontano attraverso i lineamenti dei volti quanto lancinante sia stata la crocifissione di Nostro Signore, lo dobbiamo a chi, con maestria innegabile, ha saputo interpretare con efficacia i momenti del sacrificio di Gesù”. L’inaugurazione della Mostra si terrà domenica 18 marzo 2018 alle ore 10.15 nella chiesa di Sant’Antonio, in piazza Bartolo Longo a Latiano (Br), prima della Santa Messa. Durante la settimana della Mostra, inoltre, ci saranno varie iniziative che saranno realizzate anche coinvolgendo le scuole primarie della nostra Città. La mostra sarà visitabile dal 18 al 25 marzo 2018 dalle ore 18.00 alle ore 20.00.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

I più visti

  • Il teatro a casa tua con "Indovina chi viene a Scena"; spettacoli in streaming

    • Gratis
    • dal 5 gennaio 2022 al 5 febbraio 2021
    • evento in streaming ore 19.30 https://www.rebellive.it/evento/gratuito/indovina-chi-viene-a-scena-a-brindisi-ore-1930 ore 21.00 https://www.rebellive.it/evento/gratuito/indovina-chi-viene-a-scena-a-brindisi-ore-2100
  • "Un'infezione latente" presentazione in streaming

    • solo oggi
    • Gratis
    • 11 maggio 2021
    • webinar
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento