rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cultura Fasano

"La musica è di tutti", nasce il nuovo festival per avvicinare l'arte alla disabilità

Corsi gratuiti, nuovi strumenti musicali adattati, ed un evento per avvicinare, in modo leggero, il territorio alla tematica sociale della disabilità

FASANO - È ormai in dirittura d’arrivo “La musica è di tutti”, il progetto di rete partito a gennaio del 2021, realizzato con i fondi di AccordiAbili, co-finanziamento del Dipartimento per le politiche giovanili della Presidenza del Consiglio dei ministri, attraverso l’avviso giovani per il sociale 2018.  

A comporre il progetto vi sono anche due partner: il Comitato dei genitori Fasano e la cooperativa sociale Genteco di Conversano.  

L'iniziativa, che si chiuderà nel mese di luglio, è articolata in tre attività principali: la realizzazione di due “nuovi” strumenti musicali con il team e-Motion di AccordiAbili ha esaudito due “sogni”. Quello di una giovane donna emiliana che ha una grande passione per la musica, che però finora non ha potuto coltivare come desiderava a causa di una disabilità dovuta ad  una malattia degenerativa, e quello di un musicista professionista pugliese desideroso di tornare a suonare dopo che la disabilità causata da un brutto incidente stradale, occorsogli nel 2019, non  glielo aveva più consentito.  

Musica e disabilità: presentato il nuovo strumento che si suona soffiando

La seconda attività sviluppata è relativa ai corsi di formazione musicale gratuiti, oltre che per i  destinatari degli strumenti, anche per altri aspiranti musicisti con disabilità i quali, grazie agli esperti che animano l’associazione hanno potuto sviluppare o migliorare le loro competenze musicali per  esprimere, per mezzo della musica, la loro identità, espressività e creatività. Nei corsi è stato anche  possibile sperimentare il Musa., il nuovo strumento musicale sviluppato dal team e-Motion di  AccordiAbili. Uno strumento ibrido, analogico ed elettronico, che grazie ai suoi 128 suoni consente  a chi lo usa di scegliere il suono dello strumento che vuole suonare e di farlo con facilità, soffiando  leggermente attraverso una comune cannuccia per alimenti intercambiabile che, grazie ai  movimenti del capo, agisce anche come leva di comando dello strumento.  

In ultimo, ma non per importanza, il festival “La musica è di tutti”, che chiuderà con una grande  evento il progetto. Il programma sarà presentato alla città nei prossimi giorni. Tanti gli artisti di valore selezionati dal direttore artistico Vincenzo Deluci per dar vita ad un festival  d’inclusione sociale non competitivo e per trasmettere attraverso le loro abilità artistiche  un’immagine finalmente allegra, autoironica, capace, impegnata, ottimista e talentuosa che  appartiene anche alle persone con disabilità.  

“Con il festival intendiamo omaggiare la nostra città - dichiara Vincenzo Deluci - Per questo motivo, mi auguro una grande partecipazione di pubblico affinché si renda onore alla bravura degli artisti e dei musicisti che si esibiranno. Ancora una volta abbiamo voluto far rete con un’altra importante realtà della nostra città ed insieme, al più presto, presenteremo il  programma della serata che sono sicuro rappresenterà una grande occasione per la nostra città di avvicinarsi in modo festoso alla delicata tematica sociale della disabilità. Infine” conclude Deluci  “ricordo a chi nei prossimi presenterà la dichiarazione dei redditi, che può scegliere di destinare il  5x1000 ad AccordiAbili. È un gesto semplice che non comporta alcun maggior costo per chi lo fa ma per noi è molto importante poiché costituisce una delle nostre maggiori risorse, una fonte  necessaria per co-finanziare i progetti che realizziamo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La musica è di tutti", nasce il nuovo festival per avvicinare l'arte alla disabilità

BrindisiReport è in caricamento