rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cultura Ceglie Messapica

Parte venerdì CeglieJazz Festival

CEGLIE MESSAPICA - Prenderà il via venerdì 29 luglio 2011 il CeglieJazz Open Festival, la rassegna di musica jazz organizzata dall'amministrazione comunale di Ceglie Messapica che anima da sette anni la cittadina in provincia di Brindisi, tra ricerche e sperimentazioni. Questo è un anno dedicato alle contaminazioni tra musicisti pugliesi e altri italiani di fama internazionale, con un occhio al pubblico regionale affinchè possa conoscere e apprezzare il talento degli artisti conterranei, insieme alla grandezza dei più noti.

CEGLIE MESSAPICA - Prenderà il via venerdì 29 luglio 2011 il CeglieJazz Open Festival, la rassegna di musica jazz organizzata dall'amministrazione comunale di Ceglie Messapica che anima da sette anni la cittadina in provincia di Brindisi, tra ricerche e sperimentazioni. Questo è un anno dedicato alle contaminazioni tra musicisti pugliesi e altri italiani di fama internazionale, con un occhio al pubblico regionale affinchè possa conoscere e apprezzare il talento degli artisti conterranei, insieme alla grandezza dei più noti.

Quest'anno il CeglieJazz Open Festival entra nella rete dei festival Suoni Itineranti, per diffondere e difendere il festival allargandosi ad un pubblico sempre più vasto e puntando sulla collaborazione per raggiungere i suoi obiettivi. Suoni Itineranti è, infatti, sostenuta dal Progetto Puglia Sounds - P.O. FESR Puglia 2007 - 2013 Asse IV per intensificare lo spettacolo e la cultura nell'immagine turistica della Puglia. Tutta la regione, infatti, è coinvolta nel tour di Suoni Itineranti, che unisce, in unico cartellone estivo, quattro festival musicali diversi dal 1° Luglio al 4 settembre 2011: La Ghironda Summer Festival, ArteMare, Cegliejazz Open Festival e Uggiano Live Festival.

Gli spettacoli sono ad accesso gratuito e si svolgeranno tutti in Largo Ognissanti alle 21,30. Si partirà con Our Fabiolous Faz Band, composti da Fabio Zeppetella alla chitarra, Dario Deidda al basso e Max Ionata al sax, Julian Mazariello all'hammond e Fabio Accardi alla batteria. Fabio Zeppetella è uno dei più influenti chitarristi italiani, collabora stabilmente con Roberto Gatto, Aldo Romano e altri. In passato Fabio ha suonato con numerosi artisti, tra cui Steve Grossman, Enrico Rava, Paolo Fresu, Danilo Rea e Stefano Bollani. In festival sarà inaugurato da un artista dal talento inconfutabile, quindi.

Sabato 30 luglio 2011 sarà la volta dell'esimio Franco Cerri, affiancato dal maestro Guido Di Leone, da Dario Di Lecce al contrabbasso e Fabio Delle Foglie alla batteria. Franco Cerri è attualmente considerato il chitarrista italiano più autorevole nel campo del jazz; la sua simpatia innata ha fatto sì che molti spettatori, vedendo le sue partecipazioni in tv, si avvicinassero al jazz e allo studio della chitarra. È uno dei tre chitarristi italiani con una voce inserita nell'Enciclopedia Treccani (gli altri due sono Carlo Pes e Lanfranco Malaguti). Gli amanti del jazz, i musicisti, i curiosi non resisteranno alla tentazione del ritmo della sua chitarra. Il grande musicista si esibirà, in occasione del CeglieJazz Open Festival, con un quartetto guidato da Guido Di Leone, chitarrista sperimentale e creativo anche lui, influenzato da musicisti come Wes Montgomery, Barney Kessel, Joe Pass e Jim Hall.

Il CeglieJazz Open Festival si conclude domenica 31 luglio 2011 con Lino Patruno, punta di diamante dell'edizione 2011, con Mino Lacirignola Quintet, il primo alla chitarra e il secondo alla tromba, con Pino Pichierri al sax e clarinetto, Giuseppe Bassi al contrabbasso e Bruno Montrone al pianoforte.

Artista poliedrico, Lino Patruno spazia da esperienze jazzistiche in concerto, in sala di registrazione e in TV a quelle di attore di cabaret, di teatro e di cinema; da leader di jazz band alla composizione di musiche da film e per il teatro; dal ruolo di sceneggiatore a quello di produttore cinematografico; da organizzatore di festival del jazz a presentatore e regista televisivo. E ancora, dallo Jazz Studio Orchestra di Paolo Lepore all'Hill Side Jazz Band, fino alla Dixinitaly Jazz Band, formazione stilisticamente vicina al "New Orleans today", il suo stile è inconfondibile. Per questo incanterà gli amanti del vecchio jazz, che lo ricordano nelle sue apparizioni a Portobello e nei vari programmi sulla Rai, ma anche i giovani, in cerca di un modello eccezionale e versatile a cui ispirarsi.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte venerdì CeglieJazz Festival

BrindisiReport è in caricamento