rotate-mobile
Cultura

Prontera al concerto Unesco

BRINDISI – Il direttore artistico del Barocco Festival Leonardo Leo, Cosimo Prontera, sarà fra i protagonisti del “Concerto per la Pace”, che si terrà domenica 6 novembre prossimo alle ore 16 nella Cappella del Tesoro di San Gennaro a Napoli. L’evento è organizzato e programmato da Unesco e gode del patrocinio della Federazione Italiana Unesco, Regione Puglia - presidenza del consiglio, Regione Campania, Comuni di Brindisi, Bisceglie, Zollino, Napoli, Arcidiocesi Bisceglie – Trani – Barletta – Nazareth, Brindisi – Ostuni, e di vari sodalizi culturali di Puglia e Campania.

BRINDISI - Il direttore artistico del Barocco Festival Leonardo Leo, Cosimo Prontera, sarà fra i protagonisti del "Concerto per la Pace", che si terrà domenica 6 novembre prossimo alle ore 16 nella Cappella del Tesoro di San Gennaro a Napoli. L'evento è organizzato e programmato da Unesco e gode del patrocinio della Federazione Italiana Unesco, Regione Puglia - presidenza del consiglio, Regione Campania, Comuni di Brindisi, Bisceglie, Zollino, Napoli, Arcidiocesi Bisceglie - Trani - Barletta - Nazareth, Brindisi - Ostuni, e di vari sodalizi culturali di Puglia e Campania.

"L'invito al maestro Cosimo Prontera invece - ha dichiarato la presidentessa dell'evento Pina Catino - scaturisce dalla considerazione che il maestro è considerato un riferimento di alto profilo professionale per la musica e le composizioni di Leonardo Leo e dal fatto che sia il titolare della cattedra di organo al Conservatorio di Potenza". Il concerto aprirà le porte alla rassegna "Autunno in cappella 2011" che prevede una serie di appuntamenti.

Il primo è affidato al Club Unesco di Bisceglie e sarà interamente dedicato alla musica barocca, ed in particolare a Leonardo Leo, celebre compositore pugliese (nacque a San Vito dei Normanni) e capostipite della scuola napoletana, ragione che ha suggerito anche l'invito di interpreti di assoluto valore come Elisabetta Sasso, il tenore Giovanni Mazzone, oltre che ad Angela Trentadue e Isabella Bellomo.

"Il fascino di sedersi su quella panca e toccare i tasti di quell'organo - racconta il maestro Prontera - costruito nel 1649, è stato irresistibile, ecco perché ho accettato di buon grado l'invito, oltreché per l'eccezionalità dell'evento. E se pensiamo che a quella panca si sono avvicendati musicisti del calibro di Cesare Netti, del grande Francesco Provenzale, di Cristoforo Caresana, Nicola Fago, Francesco Durante ed altri, musicisti che si erano procurati stretti legami occupazionali con la cappella musicale del tesoro di San Gennaro - continua - in qualità di organisti o di maestri di cappella, questo stimola e sollecita maggiormente la ragione di chi ha dedicato i migliori anni della propria vita allo studio della Scuola Napoletana".

Ingredienti della serata di domenica racchiudono sapore e storia, musica bella, fascino per i luoghi storici, apprezzati musicisti e cultura della solidarietà umana. Quest'anno la rassegna "Autunno in Cappella 2011", ospita la Puglia e nasce sotto l'Alto Patronato del presidente della Repubblica Italiana a dare maggiormente risalto alle iniziative dei club Unesco che mirano al dialogo fra le regioni e le culture, con lo scopo di scoprire e rafforzare le radici culturali e religiose e quanto esse hanno inciso sulla storia dei territori e dei popoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prontera al concerto Unesco

BrindisiReport è in caricamento