rotate-mobile
Cultura

"Teatri indipendenti” al Dopolavoro

BRINDISI - Parte da una idea di Marcantonio Gallo, Fabrizio Cito e Dopolavoro la prima rassegna di teatro indipendente a Brindisi. “TiDP Teatri Indipendenti #1”, che avrà inizio il 26 gennaio, al Dopolavoro.

BRINDISI - Parte da una idea di Marcantonio Gallo, Fabrizio Cito e Dopolavoro la prima rassegna di teatro indipendente a Brindisi. "TiDP Teatri Indipendenti #1" nasce dal desiderio di offrire alla città uno sguardo su alcune delle realtà teatrali indipendenti che provano a declinare l'attualità attraverso diversi stili e linguaggi differenti proponendosi quindi di dare voce e visibilità a giovani compagnie che difficilmente approdano ai cartelloni ufficiali dei grandi circuiti. "TiDP Teatri Indipendenti #1" rappresenta il primo passo verso la condivisione di uno spazio che di volta in volta viene ridisegnato affinché il teatro torni ad essere il luogo dell'incontro, dell'ascolto e del confronto.

A partire dal 26 gennaio e per ogni ultima domenica del mese il Dopolavoro con il TeatroDellePietre diventa uno spazio "teatrale": una maniera nuova e alternativa di vivere il teatro.

Innanzitutto per l'orario, le 18.30, ma anche per la varietà dell'offerta. Non solo spettacolo ma workshop teatrali, scrittura creativa, ospiti a sorpresa e molto altro ancora, un carosello culturale pomeridiano che arricchirà il dopo-spettacolo all'insegna della convivialità e dello stare insieme.

primo Appuntamento: 26 gennaio|014 ore 18.30

c/o Dopolavoro Piazza della Stazione, Brindisi

Compagnia TeatroDellePietre

"Un'altra Pelle"

di e con Marcantonio Gallo

e con Sara Palizzotto

 

...una maschera bianca

un viso deturpato dal fuoco

una testimonianza coraggiosa

una storia vera...

un femminicidio scampato.

 

Nessuno può immaginare il dolore che si prova con il corpo in fiamme. Un dolore atroce, profondo, che non si dimentica più. Una giovane donna sta facendo il bucato nel cortile di casa quando sente sbattere una porta alle sue spalle. All'improvviso il suo corpo è intriso di un liquido freddo che in meno di un secondo diventa fuoco. Comincia così la storia da cui abbiamo preso spunto per raccontare la violenza degli uomini e la loro sete di vendetta quando la donna offende l'onore. Ancora oggi il disonore viene punito con la morte e in alcune zone del mondo è tuttora una pratica normale e non viene riconosciuta come omicidio. Molti casi non vengono neppure denunciati. Un femminicidio scampato raccontato con parole dure e una messinscena cruda.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Teatri indipendenti” al Dopolavoro

BrindisiReport è in caricamento