rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cultura Ostuni

Schiavulli, inviata di guerra, si racconta a “Un’emozione chiamata libro”

OSTUNI - La giornalista Barbara Schiavulli sarà l’ospite del sesto incontro della kermesse letteraria “Un emozione chiamata libro” in programma domani martedì 3 agosto alle ore 21 nel Chiostro di Palazzo San Francesco. La scrittrice presenterà ad Ostuni il suo libro: “Guerra e Guerra” (Garzanti editore). L’autrice discuterà con il sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, e con la curatrice della manifestazione, Anna Maria Mori, sul tema: “Viva l’Italia! O no?".

OSTUNI - La giornalista Barbara Schiavulli sarà l'ospite del sesto incontro della kermesse letteraria "Un emozione chiamata libro" in programma domani martedì 3 agosto alle ore 21 nel Chiostro di Palazzo San Francesco. La scrittrice presenterà ad Ostuni il suo libro: "Guerra e Guerra" (Garzanti editore). L'autrice discuterà con il sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, e con la curatrice della manifestazione, Anna Maria Mori, sul tema: "Viva l'Italia! O no?". L'incontro sarà introdotto dalla direttrice della Biblioteca Comunale di Ostuni, Maria Antonietta Moro.

Il libro racconta, dalla parte delle vittime innocenti (bambini e donne), le atroci guerre che continuano a insanguinare il mondo: Israele e Palestina, Iraq, Pakistan, Haiti. Lo fa perché non restino solo numeri nel conto delle vittime, ma tornino ad essere nomi, volti, storie. E le storie che racconta, quasi tutte, quasi sempre, ti restano dentro, indimenticabili. Ma insieme a queste storie, la Schiavulli, con pudore, quasi sottovoce, racconta anche la sua guerra personale, quella di una giornalista coraggiosa, estremamente professionale e sempre presente, a rischio della vita, su tutti i fronti di guerra, alla quale però tutti continuano a negare un contratto che le permetta finalmente di avere diritto a progettare il suo futuro.

"Non mi pagano abbastanza per questo. Anzi, i giornali spesso si dimenticano persino di pagarmi. Mi avevano detto che la vita da free-lance era romantica. Invece penso che oggi neanche Hemingway verrebbe assunto da un giornale", afferma Barbara Schiavulli, 37 anni, giornalista di guerra. Si occupa soprattutto di Medio Oriente. Ha seguito la seconda Intifada, i conflitti in Kashmir, Afghanistan, Haiti e Iraq. Nei suoi reportage combina la cronaca con la denuncia dei crimini contro l'umanità. Scrive per "L'Espresso", "L'Eco di Bergamo", "Il Messaggero", "La Stampa" e collabora con radio e televisioni.

Il settimo appuntamento con Un'emozione chiamata libro è in programma invece lunedì 9 agosto alle ore 21: ospite di Anna Maria Mori sarà Michela Marzano che presenterà il libro: "Sii bella e stai zitta" (Mondadori ed.)- La rassegna letteraria è organizzata dall'amministrazione comunale - assessorato alla cultura in collaborazione con la Bottega del Libro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiavulli, inviata di guerra, si racconta a “Un’emozione chiamata libro”

BrindisiReport è in caricamento