rotate-mobile
Cultura

Zamboni e le ceneri della Shoah

SAN PIETRO VERNOTICO – “Le ceneri, e ritorno” è questo il nome del reading musicale, a cura del chitarrista e compositore Massimo Zamboni, che si terrà venerdì sera presso il cinema Massimo di San Pietro Vernotico in occasione della Giornata della Memoria. L’inizio è previsto per le 20,30 e l’ingresso è libero.

SAN PIETRO VERNOTICO - "Le ceneri, e ritorno" è questo il nome del reading musicale, a cura del chitarrista e compositore Massimo Zamboni, che si terrà venerdì sera presso il cinema Massimo di San Pietro Vernotico in occasione della Giornata della Memoria. L'inizio è previsto per le 20,30 e l'ingresso è libero.

Durante l'incontro, ripercorrendo alcuni passaggi tratti dai suoi libri "Il mio primo Dopoguerra" e "Prove tecniche di Resurrezione", e brani dagli album "Sorella Sconfitta", "L'inerme è l'imbattibile" e "L'estinzione di un colloquio amoroso", insieme alle testimonianze del suo viaggio compiuto lo scorso anno con il Treno della Memoria da Fossoli ad Aushwitz, l'autore accompagnerà il suo pubblico in un viaggio letterario e musicale in continuo peregrinare fra la memoria e l'oblio, fra le certezze e il dubbio, gracile e fecondo.

Una figura, quella di Massimo Zamboni (chitarrista storico e compositore nei Cccp prima e nei Csi poi), che si può annoverare, al fianco di artisti come Giovanni Lindo Ferretti e Gianni Maroccolo, fra i profili più importanti ed autorevoli del panorama indipendente nazionale, oltre che come uno dei musicisti più prolifici e ispirati della scena rock italiana e internazionale.

L'evento è promosso dall'amministrazione comunale di San Pietro Vernotico, in collaborazione con l'associazione turistica Pro-Loco e il circolo Arci LaFactory. Lo spirito di questo incontro dedicato al giorno della Shoah, è quello di dare rilievo ad una riflessione che può avere luogo anche grazie a linguaggi "altri" quali la musica e la letteratura, che incontrano sensibilità diverse e allo stesso tempo rinnovano l'attenzione verso un messaggio che, pure nella lettura che ne dà lo stesso Zamboni, possa rimanere presente nell'oblio "consapevole" della dimensione dilatata del tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamboni e le ceneri della Shoah

BrindisiReport è in caricamento