Martedì, 18 Maggio 2021
Eventi

Festa della Liberazione nel segno di Brindisi capitale

Le giornate in cui Brindisi fu capitale d'Italia sono state ricordate stamani dal prefetto di Brindisi, Annunziato Vardé, nel corso della'evento celebrativo della liberazione dell'Italia dal nazi-fascismo

BRINDISI – Le giornate in cui Brindisi fu capitale d’Italia sono state ricordate stamani dal prefetto di Brindisi, Annunziato Vardé, nel corso della’evento celebrativo della Liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo svoltasi nella consueta cornice di piazza Santa Teresa.

Tutti i sindaci della provincia cone le fasce tricolore, oltre agli esponenti delle forze dell’ordine e delle associazioni dei reduci, hanno raggiunto il capoluogo per rendere omaggio alle persone che sacrificarono la loro vita per la patria. Il picchetto d’onore si è schierato lungo uno dei lati della piazza.

Il Prefetto, con il suo messaggio, prendendo spunto daller vicende storiche che hanno visto protagonista Brindisi all'indomani dell'armistizio, Celebrazioni festa liberazione 2016 2-3ha voluto rimarcare, ancora una volta, l'alto significato e I'imporlanza di commemorare chi ha partecipato alla Resistenza, afltnche non sia una celebrazione fine a se stessa, ma un "momento di sentita riconoscenza verso quelle migliaia di uomini e donne che con il loro coraggio hanno permesso di ricostruire il nostro Paese dandogli un' impronta libera e democratica" .

Nel corso della Cerimonia sono state consegnate dal Prefetto, insieme ai rappresentanti delle Amministrazioni dei Comuni di residenza degli insigniti, 10 "Medaglie della Liberazione", conferite dal Ministro della Difesa in occasione della ricorrenza del 70o Anniversario della Liberazione ad altrettanti cittadini di questa provincia. La medaglia in parola rievoca la cancellata del Mausoleo delle Fosse Ardeatine, opera dello scultore Mirko Basaldella.

Nella seconda parte della cerimonia si è svolta nella piazzetta Sottile-De Falco dove, a cura del Comitato Provinciale dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, e stato reso omaggio alla memoria dei caduti della resistenza.

Nell'occasione, alcuni studenti del liceo classico "B.Marzolla" di Brindisi hanno letto alcuni passi della "Primavera Hitleriana" di Montale mentre un rappresentante dell'associazione "Libera" ha letto gli articoli 3, 11 e 54 della Costituzione Italiana. All'evento hanno collaborato, inoltre, gli studenti del liceo artistico "Simone" di Brindisi che hanno reahzzafo alcuni disegni sul tema, uno dei quali è stato scelto come manifesto della cerimonia.
 

IL DISCORSO DEL PREFETTO-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Liberazione nel segno di Brindisi capitale

BrindisiReport è in caricamento