rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Eventi Centro Storico / Via Nazario Sauro

“Natale nel bastione animato": rassegna al via, fra storia e creatività

Giochi, spettacoli, attività teatrali e favole per bambini nel Bastione San Giacomo di Brindisi sino al 6 gennaio 2018

BRINDISI - È stata inaugurata questa sera, mercoledì 6 dicembre, la rassegna “Natale nel bastione animato. Tra storia e creatività”, una delle belle manifestazioni racchiuse nel programma di “Brindisi a Natale 2017”. “Natale nel bastione animato” si svolgerà nel Bastione San Giacomo di Brindisi sino al 6 gennaio 2018. In cartellone sono previsti percorsi didattici esperenziali: animazione e laboratori didattici a tema per bambini con gli operatori di Starevents, mostre espositive, spazi per l’intrattenimento ludico e le   rappresentazioni teatrali a cura dell’Associazione Vola Alto e incontri sul tema “Brindisi, il Natale nella storia” a cura della sezione di Brindisi della Società di Storia Patria per la Puglia. 

BrindisiReport.it ha chiesto al professor Giacomo Carito, presidente della sezione di Brindisi della Società di Storia Patria per la Puglia, di parlarci dell’iniziativa:  “Gli eventi del Natale nel Bastione sono di vario genere”, spiega Carito. “Ci sono eventi tesi a ricostruire i vissuti del Natale nel tempo, cioè come veniva interpretato localmente, perché il Natale è una festa universale però poi, chiaramente, ci sono le interpretazioni locali. E quindi affronteremo vari temi, dalla gastronomia fino alle interpretazioni culturali. È il periodo solstiziale, quindi è il periodo in cui si fanno le previsioni per l’anno nuovo. È il periodo in cui le giornate si accorciano e quindi il fuoco viene acceso per invocare il ritorno del sole. Sono tanti gli eventi collegati e quindi cercheremo di darne una lettura, arrivando fino alla contemporaneità. Per altro verso poi si parlerà anche di volumi che hanno raccolto quella che è la tradizione orale salentina, fiabe, modi di dire, tutto ciò che insomma riguarda questo periodo. Per i bambini vi saranno degli spazi molto importanti”.

Il commissario Santi Giuffrè mentre visita il Bastione San Giacomo-2

Un gioco particolare

“C’è un gioco che non è un gioco, nel senso che giocando si può apprendere la città ed è il costruire la città. C’è una grande pianta della città su cui i bambini andranno a collocare i vari monumenti cittadini ricostruiti in 3D”. Carito prosegue: “Il gioco consisterà nell’individuare il luogo esatto in cui la Cattedrale o San Giovanni al Sepolcro o ciò che sia, va esattamente collegato. Ci sarà attività teatrale, legata soprattutto al far ritornare in Puglia Santa Claus. Santa Claus ormai è, nell’immaginario collettivo, in Lapponia e ci scordiamo che non è altri che San Nicola, il cui santuario principale è in Puglia, a Bari, e quindi è un santo che va ricondotto anche alla sua territorialità, alla sua matrice terrena che è nella nostra terra. Cosa che magari con tutto ciò che è accaduto negli ultimi anni si era un po’ dimenticato. E quindi i bambini ascolteranno la storia di San Nicola in forma di favola, nell’ipogeo. Poi si susseguiranno spettacoli come quello della Frescobaldi o della Porta d’Oriente, interventi delle scuole, che sono previsti lungo tutto il mese e il programma in sostanza si presenta molto vario, articolato, molto complesso, però penso di sicuro richiamo”.

All’inaugurazione sono intervenuti anche il commissario prefettizio del Comune di Brindisi, il dottor Santi Giuffrè, e la dottoressa Antonella Grassi, responsabile dei Servizi Culturali e Beni Monumentali, che hanno visitato il Bastione San Giacomo.

Le dichiarazioni del commissario Giuffré

BrindisiReport.it ha chiesto al commissario di dirci qualcosa sulle iniziative del natale a Brindisi: “Natale con pochi soldi stimola un’atmosfera di umiltà e genera una marcia in più per le fantasie che si sono bene espresse”, afferma il commissario, “ perché ci sono persone veramente meravigliose in questa realtà, che si stanno prodigando con grande capacità per allestire delle manifestazioni in questi contesti come quello dove ci troviamo che è veramente di una bellezza unica e che speriamo venga utilizzato appieno perché merita tantissimo. E quindi mi fa piacere che la città viva queste manifestazioni con spirito di partecipazione che la faccia riappropriare dei beni della città”. 

IMG_1249-2

Il programma

Le iniziative del “Bastione animato”, con ingresso libero, prevedono: da sabato 9 dicembre al 6 gennaio (tutti i sabati e le domeniche dalle ore17 alle 20) Animazione e laboratori didattici con gli operatori di Starevents e del Gruppo Archeo di Brindisi;

da sabato 9 a domenica 24 dicembre (tutti i sabati e le domeniche dalle ore17 alle 20) “La vera storia di Babbo Natale”, una rappresentazione teatrale per bambini a cura dell’Associazione Vola Alto. In scena Enzo Toma (nell’ipogeo del Bastione San Giacomo); 

lunedì 11 dicembre ore 17 “Presentazione di testi sul Natale salentino. In-Chiostri a Natale”. A cura di Lele Amoruso;  

lunedì 18 dicembre ore 17 “Natale. Le tradizioni popolari dell’area brindisina”, a cura di Antonio Mario Caputo;

sabato 16 e domenica 17 dicembre ore 17 “Mattoncini in mostra”. Esposizione di set e creazione con mattoncini Lego, a cura di Luca Lopatriello; 

martedì 19 dicembre ore 19.30 “Sotto la stessa cometa”, reading per voce recitante ed arpa. Letture e musiche in atmosfera natalizia. Con Mino Profico (voce recitante) e Annalisa Ciaccia (arpista) della Scuola di musica Frescobaldi). 

Nel bastione di via Nazario Sauro, da sabato 9 dicembre al 6 gennaio (tutti i sabati e le domeniche dalle ore17 alle 20) sono previsti inoltre:  “Il castello di Babbo Natale” (i bambini potranno incontrare Babbo Natale per un selfie ricordo, nel suo fantastico studio. Un ambiente suggestivo, nel quale i bambini potranno consegnare la propria lista dei desideri nell’ufficio postale in compagnia degli elfi. Ci sarà la stanza dei racconti dedicata alle fiabe del Natale. La magia della neve renderà unica l’atmosfera); 

“Laboratorio del riciclo creativo” (per insegnare ai bambini a creare con poco, stimolare la loro fantasia ed applicare il loro senso dell’ingegno per dare una seconda vita ai materiali da trasformare in giochi, addobbi e oggetti fantasiosi. Un buon modo per insegnare ai bambini l’importanza della raccolta differenziata, del riciclo, a non sprecare, a rispettare la natura e l’ambiente che li circonda stimolando la loro creatività); 

il “Laboratorio del riciclo e baratto del giocattolo” (un’occasione alternativa al consumismo e allo spreco. Sarà l’occasione per dare nuova vita a quegli oggetti inutilizzati sia pur belli e ben conservati. A cura di Starevents). 

Un ricco cartellone quindi per trascorrere piacevolmente le imminenti festività. Nell’ambito della manifestazione sarà inoltre presentato, lunedì 11 dicembre alle 17, nel corso di “In-Chiostri a Natale”, il libro “Fiabe e leggende di Terra d’Otranto”, di Cosimo Rodia, edizioni Progedit. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Natale nel bastione animato": rassegna al via, fra storia e creatività

BrindisiReport è in caricamento