menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mafia caporale, il business dello sfruttamento del lavoro nel libro di Palmisano

Incontro con l'autore a Brindisi venerdì 14 aprile nell'Urban Beat in corso Garibaldi

BRINDISI -  “Mafia Caporale” è il titolo del nuovo libro scritto da Leonardo Palmisano: sarà presentato venerdì 14 aprile a Brindisi, nell'Urban Beat in Corso Garibaldi 76. L'incontro con l'autore avrà inizio alle 18. L'appuntamento è inserito nel progetto organizzato dai Giovani Democratici e della Federazione degli Studenti Brindisi, sotto la voce "Coffee Book"- Rassegna Letteraria, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Brindisi.

Leonardo Palmisano è un sociologo-attivista particolarmente presente al giorno d’oggi sul panorama dei diritti umani nel Sud Italia e nel mondo. La sua formazione comincia nel 1998 con una laurea triennale in Lettere e Filosofia, seguita nel 2001 da una specializzazione in Etica Sociale, entrambe conseguite nella città di Bari. Proseguirà l’anno successivo con un dottorato di ricerca in Demografia ed Economia delle Grandi Aree Geografiche che si concluderà tre anni più tardi. 

Uno sguardo sul Libro: Il Global Slavery Index 2016? il rapporto annuale sulla schiavitù nel mondo? conta in 129.600 le persone ridotte in schiavitù in Italia, collocandoci al 49esimo posto nel ranking dei 167 Paesi presi in considerazione. Siamo il vertice europeo della sparizione dei minori non accompagnati e dello sfruttamento delle prostitute provenienti dalla Nigeria e dai Paesi ex Socialisti, ma siamo soprattutto lo Stato dove caporalato e impresa tendono a fondersi con le più consolidate organizzazioni mafiose. Questo intreccio è Mafia Caporale. Il business di questa metamafia è l’illecito sfruttamento del lavoro. Dall’agricoltura ai servizi, fino alla piccola industria, il mercato del lavoro si riempie di lavoratori e di lavoratrici schiavizzati. Mafia Caporale è oggi più forte del collocamento pubblico, e dà vita a una moltitudine di agenzie di somministrazione lavoro dentro le quali lava somme inimmaginabili di denaro sporco. Sarte, braccianti, camgirls, muratori, prostitute, blogger, coccobello, lavavetri, parcheggiatori, vigilanti, camionisti, mendicanti e minori, sono solo alcuni dei volti della schiavitù di cui ci parla Leonardo Palmisano nel suo viaggio dal nord al sud di Italia dove ha incontrato personalmente ognuno di loro, e per ognuno ha raccolto una storia, un’immagine, un ritratto. Non si può rimanere indifferenti dopo la lettura di Mafia Caporale, ogni storia rimane impressa nella memoria.

L’evento sarà  introdotto daAntonio Melcore, Segretario dei GD Brindisi, ed  è svolto in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale EUdem, l’importante contributo del Presidio dei Libri, dell’Associazione universitaria Studenti Indipendenti e delle Associazioni del territorio. L’iniziativa vedrà la partecipazione oltre che dell’autore, anche di esperti delle varie tematiche come  Irene Strazzeri, Ricercatrice di Sociologia presso l’Università di Foggia, il Segretario generale della CGIL Antonio Macchia e il Presidente di Libera Lorenzo Fisiola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento