menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La statuta dedicata a Ovidio A Costanta, in Romania

La statuta dedicata a Ovidio A Costanta, in Romania

Sulle tracce del grande poeta Ovidio: tappa a Brindisi della mostra

Dal 21 al 25 giugno 2017 la città di Brindisi ospita la mostra d’arte grafica Bimillenario Publius Ovidius Naso – La via dell’esilio, organizzata dal Museo d'Arte di Constanta, in collaborazione con l’Accademia di Romania a Roma e l'Istituto Culturale Romeno

BRINDISI - Dal 21 al 25 giugno 2017 la città di Brindisi ospita la mostra d’arte grafica Bimillenario Publius Ovidius Naso – La via dell’esilio, organizzata dal Museo d'Arte di Constanta, in collaborazione con l’Accademia di Romania a Roma e l'Istituto Culturale Romeno. L’evento commemora i 2000 anni della morte del poeta latino Publio Ovidio Nasone, uno dei maggiori poeti della letteratura latina. Nato a Sulmona nel 43 a.C., egli morì nel 17 d.C. a Tomi, l’odierna Constanta (Romania), dopo un esilio durato otto anni, deciso dall’imperatore Augusto.

Una importante occasione culturale ospitata dalla città che fu il porto romano di elezione proprio per raggiungere Grecia, Macedonia, Tracia e Dacia, esattamente gli attuali Paesi dell’Unione europea da cui provengono tutti gli artisti che hanno firmato le opere della mostra. Peccato che l'evento capiti nel pieno degli esami di maturità: avrebbe meritato tutta l'attenzione di quella parte della scuola dove l'educazione classica e artistica ha permesso agli allievi di conoscere il grande poeta Ovidio, pietra miliare della cultura italiana.

mostra publio ovidio naso-2La mostra raccoglie 60 opere di grafica ispirata al grande poeta latino, realizzate da autori provenienti da Italia, Grecia, Bulgaria e Romania: Lino Alviani, Arturo Faiella e Yoselin Giovani - Italia; Alex Dimitriadis, Xenis Sachinis e Kostis Spanopoulos - Grecia; Peter Lazarov, Yavora Petrova e Bozhidar Tonev – Bulgaria; Loretta B?lu??, Marieta Besu, Aurel Bulacu, Zuzu Carat?nase, Mircia Dumitrescu, Suzana Fântânariu, Emilia Kiss, Anna - Maria Orban, Lelia Rus Pîrvan, Matei ?erban Sandu, Atena Elena Simionescu e Florin Stoiciu – per la Romania.

La mostra sarà presentata in otto città di quattro paesi, seguendo l’itinerario della via dell’esilio che lo stesso Ovidio attraversò, da Roma a Tomi: Sulmona (Sulmo), Roma, Brindisi (Brundisium), Corinto (Koryntos), Nessebar (Mesembria), Balcic (Dionysopolis), Mangalia (Callatis) e Constan?a (Tomi). La prima tappa della mostra itinerante è stata a Sulmona, la città dove il poeta è nato, che l’ha ospitata dal 15 al 20 maggio nella Chiesa di San Francesco della Scarpa.

A Roma, presso l’Accademia di Romania, la mostra è stata aperta dal 22 maggio al 4 giugno. Dopo Brindisi, sarà la volta di altre città, della Grecia, della Bulgaria e dell’a Romania ad ospitarla: Corinto, presso la Galeria d’Arte; Nessebar - Art Gallery; Balcic - Centro Culturale il “Palazzo”; Mangalia - Casa della Cultura; Constan?a - Museo d'Arte di Constanta e “Casinou”.

A Brindisi, la mostra sarà visitabile, nelle sale del Palazzo Granafei Nervegna, da giovedì 22 giugno fino a domenica 25, nell’orario 8-20.0. L’inaugurazione avrà luogo mercoledì 21 giugno, alle ore 18.30.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento