rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Mostre Centro Storico / Via Annibale de Leo

"La guerra del vino": rare foto d'epoca in mostra all'Archivio di Stato

Nell'ambito dell'iniziativa "Domenica di carta", allestita una mostra documentaria e fotografica realizzata da Alfredo Polito e Valentina Pennetta

BRINDISI - In occasione della manifestazione nazionale promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, “Domenica di carta”, che prevede l’apertura straordinaria di Archivi e Biblioteche statali, l’Archivio di Stato di Brindisi, in uno con l’Istituto Pugliese per la storia dell’antifascismo, ha allestito nelle sue sale un’importante mostra documentaria e fotografica realizzata da Alfredo Polito e Valentina Pennetta, curatori della mostra e di un volume intitolati “La guerra del vino”.

Nella mostra sono ricostruite le drammatiche vicende accadute in alcuni comuni del brindisino e del La copertina del libro La guerra del vino-2leccese nel 1957, quando si verificarono proteste di piazza di cittadini ed agricoltori per via del crollo del prezzo dell’uva da vino. Negli scontri con le forze dell’ordine persero la vita tre braccianti. BrindisiReport.it ha chiesto alla direttrice dell’Archivio di Stato di Brindisi, la dottoressa Francesca Casamassima, di dirci qualcosa di più sulla mostra documentaria e fotografica presentata questa sera.  

“Anche quest’anno il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha indetto per domenica 8 Ottobre la “Domenica di carta” promuovendo l’apertura di tutti gli istituti statali del Ministero e degli Archivi e biblioteche per fare avvicinare il pubblico al patrimonio che conserviamo, che poi è la memoria storica.  Per quest’anno l’Archivio ha organizzato la mostra, ha riproposto, veramente è la prima volta che si allestisce a Brindisi la mostra documentaria e fotografica La guerra del vino e l’incontro con l’attore e regista Fabrizio Saccomanno, che parlerà dei fatti raccontati nei documenti esposti, raccontandone alcune storie. Il tema della mostra centrale riguarda le vicende accadute nel settembre 1957, di cui quest’anno ricorre il sessantesimo anniversario, quando ci furono delle proteste di piazza delle popolazioni, degli agricoltori delle province di Brindisi e di Lecce a causa del crollo del prezzo dell’uva da vino”.

Alcune foto della mostra-2

“In particolare nella provincia di Brindisi ci furono degli episodi a San Pietro, proteste molto sentite dalla popolazione e dai braccianti, che culminarono nei fatti di San Donaci in cui morirono tre giovani il 9 settembre del’57, durante gli scontri con la polizia. E appunto questo lavoro in realtà è nato nel 2008, quando l’Archivio di Stato accolse la proposta, in realtà si trattava di una richiesta di attivazione di un partenariato nel progetto promosso dall’associazione culturale Memo- Promoculture di Alfredo Polito e di Valentina Pennetta, che erano già studiosi e frequentatori delle nostre sale studio.”

I documenti in mostra (6)-2

“Quindi il progetto ‘In vino veritas’, è un approccio anche culturale alla crisi della viticultura degli anni Cinquanta, che poi si è concretizzata appunto da parte degli autori Polito e Pennetta in un libro e nella mostra che questa sera vi presentiamo. Al tempo in realtà l’Archivio di Stato diede il suo contributo con i funzionari archivisti che aiutarono nella ricerca, selezionando e dando la loro consulenza scientifica anche per la schedatura del materiale. In particolare, i Fondi da cui poi sono stati tratti i documenti che costituiscono la mostra sono la Camera di Commercio, in cui fu reperito un’ampia documentazione sulla crisi vitivinicola in quegli anni nella provincia di Brindisi, che poi come spiegheranno meglio gli autori del percorso, il Fondo del Gabinetto della Pretura, dove sono conservati i rapporti delle forze dell’ordine al prefetto, e poi anche moltissima stampa del periodo”.

I documenti in mostra (8)-2

“Poi abbiamo anche il Fondo della Questura in cui si trovano i verbali delle manifestazioni sediziose e l’esito dell’indagine. E poi abbiamo il Fondo del Tribunale e l’Archivio generale penale in cui sono conservati gli atti del processo contro i rivoltosi. E soprattutto interessanti i documenti sono, li potete vedere nelle bacheche in originale, i rilievi tecnici effettuati dalla Scuola Superiore di Polizia e consistenti in un ricchissimo dossier fotografico che costituisce il nucleo fondamentale della mostra. Quindi di queste storie poi l’attore e regista Saccomanno interpreterà alcuni fatti che avvennero nel periodo”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La guerra del vino": rare foto d'epoca in mostra all'Archivio di Stato

BrindisiReport è in caricamento