Eventi

Tornano i "Suoni della devozione": ecco gli appuntamenti

Presentata stamane la ventesima edizione della rassegna musicale dedicata alle diverse espressioni religiose e popolari

BRINDISI - Presentata stamane presso la sala giunta del Comune di Brindisi la ventiseiesima edizione de I suoni della Devozione, una rassegna internazionale nelle chiese dell’Arcidiocesi di Brindisi Ostuni, diretta da Roberto Caroppo che dal 1999 si propone come crocevia di linguaggi del patrimonio immateriale della tradizione musicale , anche di quelli meno conosciuti.

Il suo focus artistico in questi lunghi anni è sempre stato orientato alle diverse espressioni religiose e popolari nelle culture del mondo, con artisti legati a Chiese diverse, ma anche laici, che rielaborano il patrimonio religioso della propria cultura, compresa quella cattolica. Una rassegna di rilievo regionale e nazionale che ha  il merito di far conoscere, valorizzare e riscoprire il patrimonio artistico, culturale e religioso, utilizzando come palcoscenico le chiese più importanti della città. 

La rassegna è organizzata dall’associazione Adriatic Music Culture con l’importante sostegno  del Comune di Brindisi, Enel, Regione Puglia, #WeareinPuglia, del Teatro Pubblico Pugliese della Fondazione nuovo Teatro Verdi, STP Brindisi, il patrocinio dell’Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni, con il prezioso contributo dell’Unità pastorale del Centro Storico di Brindisi coordinato da don Domenico Roma della Società di Storia Patria per la Puglia, del FAI delegazione di Brindisi e dell’Inner Wheel Club di Brindisi. 

La ventesima edizione prevede quattro appuntamenti il 23 dicembre con l’ensemble di musica antica La Manticora, il 30 dicembre  con un inedito duo di liuto e clavisymbalum   con Peppe Frana e Federica Bianchi, il 4 gennaio invece un concerto dello Jodel Duett Kiser-Hodel dalla Confederazione  Elvetica interamente sostenuto dalla professoressa Elisabeth Heuberger ed in ultimo il giorno dell’Epifania Il Duo Rocca-Benigni (Paolo Rocca: clarinetti e ciaramelle; Fiore Benigni: organetto)

Ogni concerto d’intesa con il Fai e Inner Wheel, nuovi partner dell’iniziativa, sarà preceduto da un intervento descrittivo artistico e architettonico della chiesa che ospita il concerto da parte di storici della Società di Storia Patria per la Puglia. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. Info 3512075107 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano i "Suoni della devozione": ecco gli appuntamenti

BrindisiReport è in caricamento