"La Dea Fortuna": proiezione con Ozpetek al Maxicinema Andromeda

BRINDISI - Nuovo evento speciale presso la Multisala Andromeda di Brindisi, lunedì 30 dicembre alle ore 17.30 e alle ore 20.00 il regista Ferzan Ozpetek saluterà il pubblico in sala. Ferzan Ozpetek, molto legato alla Puglia e alla sua Lecce, con il suo tredicesimo film “La Dea Fortuna” è in vetta alle classifiche del box office cinema. In programmazione in questi giorni in tutte le sale d’Italia, “La Dea Fortuna” vede tra i protagonisti Stefano Accorsi, Edoardo Leo e Jasmine Trinca. 

Trama La Dea Fortuna

La Dea Fortuna, il film diretto da Ferzan Ozpetek, vede protagonista Alessandro (Stefano Accorsi) e Arturo (Edoardo Leo), insieme da più di 15 anni. Come molte coppie di lunga data, anche la loro, mossa all'inizio da un forte vento di passione, si è trasformata col tempo. I momenti focosi sono diminuiti, lasciando spazio a un grande affetto. Ultimamente, però, il loro legame sembra non riuscire più a superare alcun ostacolo, trascinando il loro rapporto in una logorante crisi relazionale. Un giorno Annamaria (Jasmine Trinca), la migliore amica di Alessandro lascia in custodia a lui e al suo compagno i due figli e l'improvviso arrivo dei bambini nelle loro vite dà una svolta alla coppia e alla noiosa routine in cui sono caduti. Alessandro e Arturo arrivano a compiere una scelta totalmente folle… ma ogni grande amore nasconde in sé un briciolo di pazzia.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • Il teatro a casa tua con "Indovina chi viene a Scena"; spettacoli in streaming

    • Gratis
    • dal 5 gennaio 2022 al 5 febbraio 2021
    • evento in streaming ore 19.30 https://www.rebellive.it/evento/gratuito/indovina-chi-viene-a-scena-a-brindisi-ore-1930 ore 21.00 https://www.rebellive.it/evento/gratuito/indovina-chi-viene-a-scena-a-brindisi-ore-2100
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento