Eventi

"Le sapienze del Mediterraneo": un convegno di egittologia

Dal 21 al 23 giugno 2021 con la partecipazione dei massimi esperti mondiali sulla materia

OSTUNI - “Le sapienze del Mediterraneo: storie, forme, archetipi”. E’ il nome del progetto avviato dal Museo di Ostuni e dalla Telcom Spa in collaborazione con prestigiose università italiane e straniere. Il progetto si propone di attivare periodicamente una manifestazione culturale di alto livello nella città di Ostuni.

Conferenze, seminari e dibattiti pubblici saranno organizzati su temi centrali della storia del Mediterraneo, con prevalente attenzione ai linguaggi sacri e simbolici.

Si parte con un convegno sul tema “Egittologia ed Egittomania: la ricezione dei geroglifici dall'Antichità all’età moderna, tra magia e simboli arcani” che si svolgerà ad Ostuni dal 21 al 23 giugno 2021 con la partecipazione dei massimi esperti mondiali sulla materia, tra i quali la prof.ssa Rita Lucarelli (Università di Berkeley, California),  il Prof. Mino Gabriele (Università di Udine), il Prof. Biagio Salvemini e il Prof. Francesco Paolo De Ceglia (Università degli Studi “Aldo Moro”, Bari). 

“Il fascino per l’antico Egitto” spiega la prof.ssa Rita Lucarelli, docente di Egittologia presso l’Università della California, Berkeley “ha contribuito a formare il pensiero e il gusto artistico europeo ed italiano per secoli, a partire dagli antichi greci fino ad arrivare ai nostri giorni. L’egittomania è un fenomeno storico-culturale importante che continua suscitare l’interesse degli studiosi di egittologia e di storia antica e moderna. Sono lieta di poter contribuire, insieme a cari colleghi di diverse università italiane ed estere, alla disseminazione della conoscenza dell’Egitto antico e della sua ricezione moderna con questo evento, primo nel suo genere a Ostuni, il mio amato paese natale, affascinante e magico, proprio come l’Egitto antico”.

“Lo scopo” spiega il presidente dell’Istituzione Museo di Ostuni, Michele Conte “è quello di coinvolgere un pubblico, giovane e meno giovane, curioso e desideroso di comprendere le complesse vicende di una grande tradizione culturale: un crocevia eterogeneo di costumi e di esperienze, da affrontare in un’ottica più profonda di quella comunemente trasmessa dai media. Gli studiosi e gli specialisti invitati per queste occasioni esamineranno le tematiche scelte, pronti a interloquire con il pubblico, nell’intento di chiarire la nascita e lo sviluppo storico di fenomeni culturali del passato, di rilevarne l’importanza ancora oggi, così da capire meglio il presente per pensare il futuro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le sapienze del Mediterraneo": un convegno di egittologia

BrindisiReport è in caricamento