Nell'agriturismo solidale dove il “viaggio studio” diventa il “viaggio utile”

Dal 10 luglio l'associazione "Francesca Diletta Gobbi" ospiterà gratuitamente gruppi di ragazzi di Torino per sensibilizzare al vivere sano e al volontariato

CEGLIE MESSAPICA -  Un complesso di trulli multicolor in un parco rigoglioso e l’immancabile piscina si trasforma in una scuola speciale: un campus che ospiterà dal 10 Luglio, in maniera del tutto gratuita, giovani provenienti dalla città di Torino. L'idea è dell’Associazione "Francesca Diletta Gobbi" di Torino che ha la sua sede operativa a Ceglie Messapica con l'obiettivo di sensibilizzare al senso del dovere, al vivere sano e all'attività di volontariato.  In “cattedra”, ad attendere i ragazzi, non c’è nessun professore impettito, ma una coppia di insegnati davvero speciali: Loredana Ricci e Leonzio Gobbi, che, da quest’anno, aprono le porte del loro mondo magico, per far vivere ai ragazzi piemontesi, un’esperienza davvero unica. Nessuna lezione di italiano, inglese o storia. I giovani, saranno guidati in mansioni pratiche e utili volte ad alimentare il senso del dovere, il valore dell’impegno e della responsabilità, l'amore per il più debole, secondo i principi dell’associazione.

RICCI 1-2

L’associazione in nome della figlia di Loredana e Leonzio, scomparsa prematuramente a dieci anni, ha, infatti, l'obiettivo di sostenere il disagio sociale e la ricerca scientifica per sconfiggere le patologie oncologiche, attraverso l’accoglienza di chi sente il desiderio di trascorrere qualche giorno a contatto con la natura in un'atmosfera di armonia e amore. I ragazzi, nel godersi qualche giorno di meritata vacanza, impareranno, durante alcuni momenti della giornata, l'importanza del rendersi utili, contribuendo con il loro operato a un progetto di grande respiro. Attività che richiederanno attenzione, piccoli sacrifici, ma che in cambio ristabiliranno quell'equilibrio naturale che la routine cittadina ha strappato, donando energia al fisico, alla mente e allo spirito. Il “viaggio utile” si trasformerà così in un’esperienza formativa che permetterà di viaggiare fuori dalla rete dopo mesi di contatti virtuali, riconquistando autonomia e socialità. In programma anche la preparazione di piatti tipici con i prodotti dell’orto, l’ippoterapia, un laboratorio di poesia, la meditazione tra i nodosi ulivi e le escursioni volte a scoprire il ricco territorio della Valle d’Itria. Il Campus avrà durata di 3 settimane, in tre turni differenti. I costi della vacanza formativa (viaggio escluso) sono interamente sostenuti dall’agriturismo "Le Specchie" e dall'associazione "Francesca Diletta Gobbi". 
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salute ed erbee spontanee, l'utilizzo alimentare in un webinar

  • Liceo "Palumbo": secondo open day per i futuri alunni e le loro famiglie

  • Covid-19: come comportarsi in azienda, il webinar di Confartigianato

  • Polo Messapia: 1° Premio al concorso “Storie di Alternanza” 

Torna su
BrindisiReport è in caricamento