Con orgoglio e passione fino all’imbottigliamento: il ruolo dell’enologo

La sua professione consiste nel seguire i processi attraverso i quali l’uva viene trasformata in vino. Scopriamo come ricoprire questa figura in un’azienda vitivinicola

La figura professionale dell’enologo è di fondamentale importanza per far si che una cantina, o un’azienda, produca dei vini di ottima qualità: il lavoro dell’enologo consiste nell’occuparsi dell’organizzazione e della gestione dei vari processi a cui va incontro l’uva per essere lavorata affinché venga trasformata in vino, a partire dalle prime analisi di qualità e di laboratorio, fino all’imbottigliamento del prodotto finale.

I compiti dell’enologo

Prima di approfondire il percorso formativo per diventare enologo, vediamo i suoi compiti:

  • controllare se tutti i macchinari funzionano correttamente;
  • controllare la corretta applicazione di alcune norme igieniche
  • suggerire all’azienda i prodotti enologici da acquistare;
  • predisporre la manutenzione dei macchinari
  • seguire tutte le trasformazioni che avvengono durante il processo di fermentazione.

I requisiti necessari

Innanzitutto hai bisogno di passione e di amore per questo lavoro, ma tra i requisiti fondamentali devi soprattutto:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • possedere competenze in materia di igiene e di conservazione dei prodotti alimentari;
  • conoscere i diversi tipi di vino;
  • conoscere i diversi tipi di uva;
  • conoscere le varie tecniche di produzione del vino;
  • essere in grado di riconoscere e di valutare le diverse caratteristiche organolettiche dei vari tipi di vino;
  • conoscere le varie tecniche di coltivazione della vite.

I titoli di studio da possedere

Dopo il diploma, è necessario iscriversi al Corso di viticoltura ed enologia della facoltà di Agraria che ha una durata di tre anni. La formazione potrà proseguire seguendo i corsi di aggiornamento periodici organizzati dalle associazioni che operano nel settore dell’enologia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, libri per le scuole superiori in 24 ore: prenota online i testi scontati

  • Pasternak avvia corsi di formazione gratuiti a Brindisi

  • Superbonus 110 per cento: il webinar di Confartigianato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento