Liceo musicale Durano e comprensivo San Pancrazio: omaggio a Luis Sepúlveda 

In occasione del primo anniversario della scomparsa, presentato il corto “Io so volare – I can fly – Je vole”

Il Liceo  Musicale del Polo liceale Marzolla Leo Simone Durano di Brindisi e  l’Istituto Comprensivo di San Pancrazio Salentino rendono omaggio allo scrittore Luis Sepúlveda,  scomparso per Covid il 16 aprile 2020, in occasione del primo anniversario della sua morte, presentando il corto “Io so volare – I can fly – Je vole” (guarda il video)  e liberamente ispirato al libro “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” (1996). Il corto nasce da un progetto condiviso, che si colloca all’interno delle attività della Rete Orpheus, ed è stato svolto alternando presenza in aula e didattica a distanza, sulla scia delle disposizioni regionali e nazionali, in uno scenario certamente non facile per il mondo scolastico.

Promuovendo un percorso di continuità tra i vari ordini di Scuola nella logica del curricolo verticale, il percorso è frutto di una sinergia tra i due Istituti. I bambini della Scuola dell’Infanzia e della Scuola primaria dell’Istituto Comprensivo, con svariate attività grafiche, hanno creato sia gli sfondi e che i personaggi animati prendendo parte anche al Laboratorio Corale in Lingua italiana e in Lingua inglese e prestando le loro voci ai personaggi. I ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado hanno partecipato al Laboratorio Corale in Lingua italiana, inglese, francese. Il Liceo Musicale ha curato gli arrangiamenti, la parte strumentale  e l’esecuzione delle musiche  che interpretano il brano “So volare”, tratto dalla colonna sonora del film “La gabbianella e il gatto” diretto da Enzo D’Alò (1998). 

Nel video, il racconto scorre con un tempo adatto ad essere compreso dai più piccini, ma che arriva alle corde anche dei più grandi, grazie alle animazioni create con programmi di coding che hanno dato libero sfogo alla creatività dei bambini. La narrazione è condotta in Italiano e in Inglese, con traduzioni in altre lingue curate dalla profssa Tonia De Pasquale. Le voci dei bambini si intrecciano ai disegni, alle animazioni, ai dialoghi, per confluire nei suggestivi canti corali che in ottica multiculturale includono interventi in lingua inglese, francese, hindi, turco, albanese, spagnolo, tedesco.  Percorsi di Digital Storytelling, coding, arte, musica, lingua, ad esaltare valori quali l’amicizia, la solidarietà, la lealtà, l’integrazione tra culture differenti e l’accettazione dell’altro, confluiscono in un prodotto dall’indubbio valore educativo, coinvolgente e a tratti commovente. 

Il progetto formativo ha coinvolto un numero poderoso di partecipanti, in un processo di  accurata e capillare mediazione didattica che ha interessato bambini, ragazzi, maestre e professori per la realizzazione di un prodotto collettivo che nasce dalla proficua cooperazione tra le parti.  Soddisfatte le Dirigenti Scolastiche dei due Istituti coinvolti, le prof.sse Carmen Taurino e Simonetta Tempesta, perché il video ‘Io so volare’ dimostra come ancora una volta, pur in situazione di pandemia e nelle difficoltà indubbie della didattica a distanza che oramai impera da più di un anno, la Scuola, nel segno dell’innovazione didattica,  si confermi promotrice di valori propositivi e fucina di attività laboratoriali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Premio scuola digitale: competizione fra gli istituti brindisini

  • "L'economia va in porto": Patroni Griffi incontra gli studenti del "Palumbo"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento