Polo Messapia: premio speciale per impegno nel sociale

Premiato un progetto realizzato in collaborazione con i Comuni di Torchiarolo, San Pietro, San Donaci, Cellino

Dove non arriva la politica ecco che la scuola e la cultura raggiunge un nobilissimo obiettivo. La preside dell’IISS Ferraris De Marco Valzani Rita Ortenzia De Vito, con un progetto in rete che ha visto la sede del Polo Messapia “Valzani” di San Pietro Vernotico come Scuola capofila con gli Istituti Comprensivi “De Simone” di S. Pietro, “Valesium” di Torchiarolo, “Manzoni-Alighieri” di Cellino S. Marco-S. Donaci, ha dato vita ad una comunità educante allargata, con il coinvolgimento delle amministrazioni Comunali e la presenza attiva dei 4 Sindaci che, in più occasioni, hanno preso parte a diversi incontri con gli studenti; ma straordinaria è stata la partecipazione entusiastica delle comunità cittadine che vivono sui rispettivi Comuni.

Un grande obiettivo raggiunto grazie alla tenacia della Dirigente De Vito e alla consapevolezza che lavorare in sinergia, coinvolgere comunità cittadine e istituzioni, condividere obiettivi comuni con le agenzie educative del territorio genera qualità all’offerta formativa dei nostri ragazzi e crea soprattutto un forte senso di appartenenza al territorio che annulla i propri confini amministrativi per unire le risorse e poter ambire a importanti risultati.

E l’Ass.ne “Italia in Arte nel Mondo”, ha riconosciuto la valenza dell’impegno profuso dalle scuole, l’intesa tra i 4 Dirigenti scolastici che hanno lavorato ricorrendo anche al prestito dei docenti tra scuole, trasformando le sedi scolastiche in centri di ricerca e sviluppo del nostro territorio, mescolando studenti dei diversi ordini di scuola in modalità “peer to peer”; insomma una vera rivoluzione che ha incontrato il favore di tutti e creato un fortissimo valore di comunità…altra.

Grande emozione al momento della consegna del Premio per l’Alto riconoscimento per i diritti umani civili e l’impegno sociale “Lev Tolstoj”, nel leggere la motivazione: “...per l’impegno sociale profuso col progetto “Le Grandi Guerre: segni e identità”, nella creazione di una comunità educante allargata che rievoca i luoghi dell’anima e consolida il senso di appartenenza oltre i confini amministrativi, rendendo i cittadini figli di una stessa comunità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla cerimonia, che si è svolta presso il Teatro Apollo di Lecce,presenti il sindaco Pasquale Rizzo di S. Pietro, Favio Caretto di Torchiarolo, Salvatore De Luca di Cellino, Angelo Marasco di S. Donaci, i Dirigenti scolastici Loreta Chirizzi, Giusy di Seclì, Antonio De Blasi e tutte comunità scolastiche che hanno reso possibile questo miracolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, libri per le scuole superiori in 24 ore: prenota online i testi scontati

  • Pasternak avvia corsi di formazione gratuiti a Brindisi

  • Superbonus 110 per cento: il webinar di Confartigianato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento