In Francia sulle tracce di Leonardo: Piero al #Futura International Camp

L’alunno dell’Istituto comprensivo di Carovigno, selezionato al concorso di idee innovative su Leonardo Da Vinci, ha partecipato al viaggio premio in Francia

CAROVIGNO - Per Piero Calabretti, alunno dell’Istituto Comprensivo di Carovigno, frequentante la scuola media, l’inizio dell’anno scolastico è stato tutt’altro che usuale . Dopo essere stato, infatti, selezionato al concorso di idee innovative su Leonardo Da Vinci,  in occasione del cinquecentenario dalla sua morte, tenutosi a Roma nella primavera scorsa, ha partecipato pochi giorni fa al viaggio premio in Francia per scoprire i luoghi dove Leonardo Da Vinci ha vissuto i suoi ultimi e piu creativi anni della sua vita.

Accompagnato dal prof. Francesco Forleo, docente di Tecnologia del suddetto istituto, è partito per Parigi il 28 agosto, incontrandosi con altri studenti e docenti, provenienti da altre regioni d’Italia e selezionati dal Miur per il progetto Futura Leonardo, iniziativa del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca nell’ambito di un più grande progetto di scuola digitale..

Calabretti-2

Dopo il primo briefing del progetto formativo “Leonardo international camp” del primo giorno, sono iniziate le escursioni sulle tracce di Leonardo e i fortunati vincitori hanno visitato il Musee d histoire naturalle e l’Istituto Pasteur di Parigi e, insieme ai più rinomati siti della splendida capitale europea, Piero, con i suoi compagni d’avventura, ha potuto vivere un’ esperienza importante visitando anche la Cite des scienses. Qui si sono svolte attività laboratoriali di robotica.

Nei giorni successivi è stata la volta dei magnifici borghi della Loira e si è visitato il museo di Sologne presso Romorantin Lanthenay, dove i ragazzi hanno trasferito il biometismo di Leonardo da Vinci ai giorni nostri. Infine il castello di Ambois, dove è morto Leonardo, con sosta nella cappella dove vi è la tomba del grande genio italiano. Per lui cinque giorni indimenticabili, in cui ha vissuto un’esperienza veramente unica per un ragazzo della sua età. Egli stesso, infatti, constata di essersi sentito davvero cittadino europeo e al ritorno, il primo settembre, è stato onorato di un attestato di partecipazione valido come percorso di sviluppo di competenze trasversali e orientamento.

Si ringraziano i docenti che hanno reso possibile questo lavoro interdisciplinare, quali la prof.ssa Maria Rita Epifani, docente di Italiano, e il prof. Francesco Selicati, docente di Arte e Immagine; il Dirigente scolastico Mario Pecere, da pochi giorni in pensione, e la prof.essa Laura Virli, organizzatrice dell’intero evento

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mesagne, al via corsi di formazione gratuiti per qualifiche nel settore dell'agricoltura

  • Meccatronico, al via i corsi per under 30: cinquanta posti disponibili

  • Latiano, corsi gratuiti per zootecnia e operatori museali

  • La famiglia Pugliese porta la vendemmia nelle scuole

  • Diversità e inclusione, al via corso formativo per docenti

  • CineScript, laboratori gratuiti a Mesagne, Brindisi e Ostuni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento