Martedì, 27 Luglio 2021
Green

Bambini in difesa degli amici a quattro zampe: "No al Festival di Yulin"

La cooperativa Il Faro ha coinvolto i ragazzi accolti presso la comunità Balbis nella realizzazione di striscioni contro la fiera cinese

BRINDISI – Anche un gruppo di bambini brindisini, tramite la cooperativa Il Faro, ha aderito alla mobilitazione internazionale contro il festival di Yulin, popolare fiera cinese tristemente nota per la commercializzazione di carne macellata di cane. 

“Noi come cooperativa sociale Il Faro – spiegano gli operatoori Antonella Ingrosso e Pietro Diaferia - siamo stati contattati da un volontario attivista nel campo della protezione degli Animali, Andrea Silvestri, il quale ha voluto affacciarsi nel mondo degli adolescenti e osservare la reazione di questi ultimi davanti alla conoscenza di un evento, a loro molto lontano e anche sconosciuto, come il festival di Yulin”. 

“Sono stati quindi coinvolti i ragazzi accolti presso Balbis (S., E., C., M., M.e S.), una comunità gestanti e madri con figli della cooperativa il Faro, nella realizzazione di un cartellone di protesta contro questo festival di carne di cane, durante il quale un elevato numero di cani e gatti vengono torturati e uccisi”. 

“Gli educatori presenti e partecipi all’iniziativa insieme al suddetto volontario, hanno primo di tutto spiegato loro questa dura realtà e hanno colto negli occhi dei ragazzi un enorme sensibilità verso la tematica affrontata e si sono tenacemente impegnati nel loro piccolo a mostrare vicinanza e presenza in questa protesta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini in difesa degli amici a quattro zampe: "No al Festival di Yulin"

BrindisiReport è in caricamento