Green

"Rete Natura 2020": nuove opportunità per il bosco Tramazzone

Il Comune di San Pietro Vernotico candida un progetto di monitoraggio dell'habitat all'avviso pubblico della Regione Puglia

SAN PIETRO VERNOTICO - Formalizzata sabato 28 novembre 2020 la partecipazione del Comune di San Pietro Vernotico all'avviso pubblicato dalla Regione Puglia per la selezione di azioni di monitoraggio di Rete Natura 2000 su habitat e specie della Puglia.

L'intervento proposto dall'Ente consiste nel monitoraggio dello stato della biodiversità marina e costiera nella Zsc IT9140001 “Bosco Tramazzone” localizzato nella riserva naturale orientata regionale (Rnor Bosco di Cerano), e Zsc IT9140001 “Bosco Tramazzone”; importo complessivo dell'intervento pari a 179.000 euro. Di fondamentale importanza per la candidatura del progetto è stata la collaborazione con il Gal Terra dei Messapi, che in qualità di agenzia di sviluppo locale ha messo a disposizione il supporto tecnico di alcune figure professionali specifiche per la predisposizione dei documenti tecnici necessari. 

L'iniziativa era stata presentata dalla Regione Puglia mediante due collegamenti da remoto avvenuti martedì 13 ottobre e venerdì 13 novembre scorsi, alle quali hanno partecipato per l'amministrazione comunale Gianluca Epifani (Assessore all'Ambiente) e Paola Sozzo (consigliere comunale che si è occupata in passato del progetto promosso dal Gal Terra dei Messapi "la Rete nella Rete").

Obiettivo generale del progetto

In considerazione dell’ampiezza della Zsc marina e del pregio ambientale degli habitat presenti nello specchio acqueo interessato dalla presenza della Zsc Bosco Tramazzone, obiettivo del presente progetto è quello di avviare un’attività di monitoraggio degli habitat e delle specie presenti, allo scopo di acquisire informazioni in merito alla presenza, distribuzione e stato di salute. Con il presente intervento sarà, pertanto, attuato un piano di monitoraggio sugli habitat prioritari ricadenti nello specchio acqueo antistante la Rnor Bosco di Cerano e facenti parte, in tutto o in parte, della Zsc IT9140001, identificati con codice 1120* (Praterie a Posidonia oceanica) e 1170 (Scogliere).
Sarà effettuato, inoltre, un monitoraggio dei siti di nidificazione di Caretta caretta.

Il progetto rappresenta un’occasione importante per valutare lo stato di salute degli habitat marini ricadenti nella Zsc Bosco Tramazzone, frequentata per attività di pesca professionale, ma anche sportiva e, come segnalato dalle comunità locali, sfruttata per attività di pesca di frodo. Il progetto consentirà di valutare l’incidenza delle attività antropiche, e sviluppare, con un approccio partecipativo, e coerente con i protocolli di monitoraggio della strategia marina, approcci e strumenti per supportare le misure di conservazione e le politiche gestionali in grado di garantire uno sviluppo sostenibile delle comunità locali.

Obiettivi futuri di governance

Il set di informazioni acquisite con l'implementazione del presente progetto costituisce il primo tassello, imprescindibile, che permetterà di avviare azioni concrete di governance per un uso sostenibile della risorsa ambientale e per la conservazione degli habitat tutelati, quali: eventuali proposte di rimodulazione del perimetro della Zsc, in considerazione della reale distribuzione degli habitat marini; proposte di istituzione di un’Oasi Blu come definita nella L.R. 43/2017 Art. 8 "tutela delle risorse marine e delle acque interne e pianificazione territoriale" lettera d) è uno “ strumento di gestione che consiste nella temporanea acquisizione (consegna) da parte di un ente locale di un'area Sito di interesse comunitario (Sic) a mare e/o dell’eventuale area contermine alla stessa, all'interno delle quali si opera la zonazione e la regolamentazione delle attività (professionali, sportive e ricreative)". 

L’ipotesi dell’istituzione dell’Oasi Blu nasce dal basso, su istanza della marineria afferente a Torre san Gennaro, la quale ha manifestato la propria disponibilità ad autoregolamentarsi per garantire la sostenibilità delle proprie attività di pesca, e la conservazione di habitat e risorse ittiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rete Natura 2020": nuove opportunità per il bosco Tramazzone

BrindisiReport è in caricamento