menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edifici energeticamente efficienti, meeting al Cetma

Giovedì 15 settembre incontro per l’inizio del progetto finanziato dalla Commissione Europea: 12 partner, provenienti da sette Paesi Europei ed un Paese extra Ue (Taiwan)

BRINDISI - Giovedì 15 settembre il Cetma, Centro di Progettazione, Design & Tecnologie dei Materiali, ospiterà il meeting per l’avvio del progetto RE4 finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma per la Ricerca e l’Innovazione Horizon 2020.

Il progetto RE4 - “R       euse and Recycling of cdw materials and structures in energy efficient prefabricated elements for building refurbishment and construction” -  avrà una durata di 42 mesi e intende sviluppare nuove tecnologie per elementi prefabbricati con un’elevata componente di materiali riciclati e strutture riutilizzate provenienti dalla demolizione degli edifici. L’obiettivo prioritario del progetto è sviluppare edifici energeticamente efficienti al fine di mitigare l’impatto ambientale dell’industria delle costruzioni.

“Il progetto RE4 si focalizza su un nuovo concetto di progettazione e produzione di componenti edilizi idonei ad essere facilmente assemblati e disassemblati per il riuso, contenenti fino al 65 per cento in peso di materiale e strutture riciclate provenienti dalle attività di costruzione e demolizione”, si legge nella nosta stampa. “I componenti edilizi così realizzati saranno adatti sia per nuove costruzioni sia per la ristrutturazione di edifici esistenti. La progettazione dell’edificio dimostratore servirà a testare le soluzioni sviluppate e supportare le attività di disseminazione del progetto. Le attività di dimostrazione saranno realizzate in Spagna ed Irlanda per validare il concept in differenti condizioni climatiche”.

In occasione del kick-off meeting del 15 settembre, il Cetma accoglierà 12 partner, provenienti da sette Paesi Europei ed un Paese extra Ue (Taiwan), che si confronteranno sul tema dell’edilizia sostenibile. “La partnership presenta, dunque, una forte connotazione industriale con la presenza di quattro pmi e di tre Grandi Imprese, completata da specifiche competenze scientifiche e tecnologiche di cinque  organizzazioni per la ricerca e lo sviluppo di rilievo internazionale e di un’associazione”.

“RE4 è, di fatto, il primo grande progetto di Ricerca e Sviluppo finanziato nell’ambito di H2020 coordinato da un Centro di Ricerca pugliese e, dunque, costituisce un nuovo grande successo per il Cetma di Brindisi che da ventidue anni continua a confermare la sua dimensione sempre più internazionale, grazie alla sua capacità di realizzare e coordinare con grande professionalità, dedizione e passione progetti europei di tale portata”.

Per ulteriori informazioni: Coordinatore del progetto Alessandro Largo, alessandro.largo@cetma.it; +39 0831 449406

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    A fuoco chiosco del pane, paura al quartiere Paradiso

  • Green

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

  • Emergenza Covid-19

    Covid: inarrestabile discesa dei ricoveri, ma ancora troppi decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento