menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fasano, dopo anni di abbandono riapriranno due parchi pubblici

Fasano: Aggiudicate le gestioni del giardino di via Don Tonino Bello e del parco urbano di Pezze di Greco. «Riapriranno dopo anni di abbandono. Inoltre, illumineremo l’intera villa comunale di Fasano», sottolinea l’assessore Deleonardis

FASANO - Sono state aggiudicate le due gare per la gestione del giardino pubblico sito in via Don Tonino Bello (zona “167”, nei pressi delle scuole superiori fasanesi) e del parco urbano con annesso campetto polivalente nella frazione di Pezze di Greco. Il primo complesso se lo è aggiudicato la ditta “Co.Pe” di Mario Maio (di Fasano), mentre il secondo è andato alla ditta “Semeraro Lino – Uragan Cafè” (di Pezze di Greco). Entrambe le gestioni avranno durata sessennale (con possibilità di rinnovo, alla scadenza, per altri sei anni). Si tratta di aggiudicazioni provvisorie, in attesa che gli uffici comunali effettuino le dovute verifiche tecniche.  

«Riapriranno finalmente al pubblico i due polmoni verdi di proprietà comunale dopo anni di completo abbandono – afferma Leonardo Deleonardis, assessore al Patrimonio – e, in quest’ottica, forniremo massima assistenza tecnico-amministrativa ai due gestori aggiudicatari, affinché le due aree possano tornare ad essere fruibili già entro la fine di gennaio prossimo, previo verifica di tutti gli adempimenti tecnici necessari. Il nostro territorio deve diventare “aperto” in modo decoroso all’accoglienza, tanto gli spazi pubblici di Fasano centro quanto quelli delle frazioni: tutta la realtà territoriale comunale – sottolinea l’assessore Deleonardis – deve rivivere ed essere valorizzata».

Per il sindaco Francesco Zaccaria «l’affidamento della gestione di queste due prime aree pubbliche rientra nell’ottica dell’Amministrazione comunale di recuperare il patrimonio pubblico lasciato da troppo tempo in abbandono per restituirlo alla città ed ai cittadini. Ma anche a coloro che, soggiornando nel nostro territorio – argomenta Zaccaria – potranno usufruirne per trascorrere del tempo in modo spensierato e per fare della sana attività fisica all’aperto. Saranno due spazi di aggregazione che ridaranno bellezza ad una parte del nostro territorio». Infatti, sia nel giardino di via don Tonino Bello, a Fasano centro, che nel parco urbano della frazione di Pezze di Greco, ci sarà la possibilità di fare attività all’aria aperta. Nel primo polmone verde il gestore dovrà anche realizzare un chiosco-bar delle dimensioni di 25 mq. per la somministrazione di alimenti e bevande, mentre nel parco urbano pezzese, con annesso campetto polivalente (per pallacanestro e pallavolo), il gestore dovrà ripristinare tutto il verde, l’illuminazione non più funzionante ed il locale destinato a servizio ristoro. Il giardino di via don Tonino Bello ha una superficie di 1.709 mq., mentre il parco pezzese consta di un’area di circa 6mila mq., di cui 5.400 a parco e struttura sportiva ed i rimanenti 600 mq. destinati a parcheggio. L’impianto comprende tre zone collegate tra loro: la prima con campo polivalente di pallacanestro–pallavolo, recinzione, illuminazione artificiale, locali spogliatoio e servizi connessi; la seconda è dotata di spazio pavimentato per attività polivalenti all’aperto ed area destinata a prato con alberature, con annesso locale per servizio ristoro; la terza è un’area destinata a verde con spazi per attività ludiche per bambini.

«Nell’ottica della riqualificazione di aree pubbliche degradate o, comunque, bisognose d’interventi migliorativi, rientra anche la villa comunale di Fasano – afferma l’assessore Leonardo Deleonardis – per cui stiamo lavorando in sinergia con la rete associativa “L’Halveare” che ha promosso l’iniziativa della realizzazione del parco giochi inclusivo, destinato anche ai bambini disabili. Proprio oggi ho incontrato la ditta che si occuperà dell’installazione dell’impianto di illuminazione – annuncia Deleonardis – chiedendole di riformulare il progetto in modo che l’illuminazione pubblica copra l’intero perimetro della villa comunale e non soltanto l’area del parco giochi. I responsabili tecnici di “For.El” mi hanno assicurato che la progettazione verrà rivista in questa direzione e, dunque – conclude l’assessore Deleonardis – l’intero parco della Rimembranza potrà essere fruito anche di sera con adeguati punti-luce».  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento