Sabato, 25 Settembre 2021
Green

Festa nazionale dello scambio dei semi, la tutela della biodiversità

Sarà un’occasione di confronto tra associazioni, cooperative, privati e gruppi informali provenienti da diverse zone d’Italia, che concentrano la loro attenzione sulla ricerca, salvaguardia, conservazione e trasmissione dei patrimoni genetici

MARTINA FRANCA (TARANTO) - La masseria Iazzo Scagno di Martina Franca, provincia di Taranto, ospiterà l'evento “Non Solo Cime di Rapa - Festa nazionale dello scambio dei semi”, un momento importante di scambio agricolo, sociale e culturale, nato con l'obiettivo di recuperare questa pratica necessaria per l’agricoltura ma anche per la cultura e il territorio. L'edizione 2021 sarà articolata in due sessioni: il seminario su biodiversità e agrobiodiversità e lo scambio nazionale dei semi. Le tematiche e gli argomenti affrontati verteranno sulla filiera agroalimentare: il cibo, l’impatto sull’ambiente, sulle comunità e sul territorio e i nuovi modelli agricoli di sviluppo e in particolare sulla biodiversità e il ruolo che questa oggi riveste.

ANGELO GIORDANO-3

La richiesta dei mercati agroalimentari e la conseguente distribuzione commerciale sono tra le cause del fenomeno conosciuto come “erosione genetica”, ossia la perdita delle biodiversità legate alle specie botaniche e quindi anche a quelle legate all’alimentazione. Lo sviluppo delle monocolture e la conseguente domesticazione delle specie infatti hanno portato alla semplificazione del patrimonio genetico delle varietà vegetali. È chiaro quindi come la biodiversità e il recupero di biodiversità antiche o cadute in disuso abbiano un ruolo centrale nel dibattito attorno al futuro delle comunità regionali e nazionali.  Accendere i riflettori sulle biodiversità permetterebbe di salvaguardare e trasmettere il patrimonio genetico, oltre che contrastare i cambiamenti climatici, l’erosione e la frammentazione del territorio. Tutto questo significa preservare la storia, l' identità, la tradizione agricola, alimentare e culturale.

Al seminario ( sabato 17 luglio ore 16:30) prenderanno parte Crescenzio Marzano (proprietario di Masseria Iazzo Scagno), Francesco Ancona (sindaco di Martina Franca), Donato Pentassuglia (assessore regionale all’agricoltura, industria agroalimentare, risorse agroalimentari, riforma fondiaria, caccia e pesca, foreste), Luigi Trotta (dirigente sezione competitività delle filiere agroalimentari della Regione Puglia), Luca Lazzaro (presidente regionale Confagricoltura Lecce), Vita Basile (responsabile del progetto “Cime di Rapa’’), Aniello Crescenzi (direttore Alsia, Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura), Pietro Santamaria (professore associato del Settore Scientifico Disciplinare “Orticoltura e Floricoltura” dell’Università di Bari, coordinatore del progetto BiodiverSO), Angelo Giordano (agronomo, seed saver progetto “Cime di Rapa”), Angelo Passalacqua (seed saver, esperto di biodiversità agraria) e Marius Grisaru (sseed saver, esperto internazionale di pomodori). Modera Elio Dongiovanni (direttore agenzia formativa Ulisse).  Ingresso su prenotazione.  

CIME DI RAPA 1-2

Domenica 18 luglio, dalle 11 alle 17, si svolgerà il tradizionale momento dello scambio nazionale dei semi: il movimento italiano dei seed savers dà vita alla pratica dello scambio dei semi e si riunisce per scambiare semi di biodiversità e agrobiodiversità antiche, perdute o rare. L’intento è quello di creare una nuova occasione di confronto tra associazioni, cooperative, privati e gruppi informali provenienti da diverse zone d’Italia, che concentrano la loro attenzione sulla ricerca, salvaguardia, conservazione e trasmissione dei patrimoni genetici. Per partecipare allo scambio dei semi. Nelle due giornate, saranno previsti intrattenimenti musicali a cura di Nick Gambino e della tribute band “Johnny Cash Experience” e laboratori per bambini a cura di Gianni Signorile della Masseria dei Monelli. Domenica, si potranno gustare i piatti “unici”, a cura del Food Truck di Cime di Rapa. Per info: 3428121615

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa nazionale dello scambio dei semi, la tutela della biodiversità

BrindisiReport è in caricamento