menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Importante riconoscimento per la Piana degli olivi monumentali

Il sito è fra i primi 10 paesaggi iscritti nel registro nazionale dei paesaggi rurali storici. Premio ritirato da Enzo Lavarra

Si è svolta a Roma nella sala Cavour del ministero delle Politiche Agricole la premiazione dei primi 10 paesaggi iscritti nel registro nazionale dei paesaggi rurali storici. L’obiettivo dell’evento e? stato quello di dare il massimo rilievo ai siti del registro anche attraverso i circuiti della promozione istituzionale del Ministero. Fra i siti premiati quello della piana degli olivi monumentali di Carovigno, Ostuni, Fasano e Monopoli.

A ritirare il riconoscimento l’onorevole Enzo Lavarra che ha colto l’occasione della presenza dei vertici dei dipartimenti del Mipaaf per sollecitare la più rapida definizione da parte di Ismea del marchio distintivo dei Siti, e per il varo delle linee guida per modifiche dei Psr volte al sostegno al reddito degli olivicoltori per la manutenzione dei secolari.

“Della importanza della iscrizione della piana nel registro - ha commentato Lavarra - si è già avuta prova nella ns realtà con il recente decreto della Regione per elevare il grado di protezione dei nostri olivi secolari dal rischio Xylella (per esempio col finanziamento totale agli olivicoltori per potature o barriere protettive). E in prospettiva rappresenta il prerequisito necessario per candidare la Piana nel programma mondiale della Fao, detto Ghias, che è programma di sostegno agli agricoltori che con le loro attività economiche garantiscono biodiversità, sicurezza alimentare, coesione sociale nei territori. Condividerò l’attestato del Premio con i sindaci della piana in un incontro di programmazione e sottoporrò alla loro attenzione le opportunità legate al programma Fao”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento