menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dieta mediterranea e marchi comunali tra salute e sviluppo

Lo scorso 23 Aprile a Cisternino si è tenuta la prima “Giornata della Dieta Mediterranea”, promossa dalla Fondazione Dieta Mediterranea e dall’amministrazione comunale, in collaborazione con il Gal Valle d’Itria

CISTERNINO - Lo scorso 23 Aprile a Cisternino si è tenuta la prima “Giornata della Dieta Mediterranea”, promossa dalla Fondazione Dieta Mediterranea e dall’amministrazione comunale, in collaborazione con il Gal Valle d’Itria. L’iniziativa si è articolata in diversi momenti. Al mattino, presso l’aula consiliare del Comune di Cisternino si è tenuto il Convegno “Dieta Mediterranea: una Garanzia per la Salute, un marchio di qualità per lo Sviluppo del Territorio”, con il patrocinio del Presidente della Regione Puglia. In apertura il Sindaco Donato Baccaro ha portato i saluti istituzionali ed introdotto la giornata con un’analisi sulle prospettive di crescita del territorio, sottolineando l’importanza della dieta mediterranea e dei suoi prodotti.

Il convegno, coordinato dal dott. Angelo Faggiano, segretario generale della Fondazione Dieta Mediterranea, che ha sottolineato l’impegno dell’ente soprattutto nel campo della formazione dei più giovani in ambito di corretta alimentazione e stile di vita, si è aperto con la relazione del prof. Gaetano Crepaldi, presidente della Fondazione Dieta Mediterranea, sugli effetti benefici della dieta per la salute dell’uomo, e sugli aspetti preventivi nei confronti di diverse patologie quali tumori, demenze, sindrome metabolica e obesità, diabete e malattie cardiovascolari.

È seguito l’intervento del prof. Antonio Capurso, coordinatore scientifico della Fondazione, che ha affrontato il tema dell’olio extravergine d’oliva quale alimento principe della dieta mediterranea ed i suoi aspetti protettivi e curativi per l’organismo umano contro diverse patologie, e del dott. Domenico Rogoli, segretario alla presidenza della fondazione, sul ruolo della carne in un sistema alimentare sano, distinguendo la carne rossa da quella processata, e come le modalità di cottura, oltre che di lavorazione, possano condizionare gli effetti sulla salute.

il presidente Crepaldi ha sottolineato l’importanza della dieta mediterranea nel mondo, soprattutto in questo momento storico grazie ad Expo di Milano, che ha contribuito a diffondere a livello mondiale la conoscenza della Dieta quale modello alimentare di riferimento, e di come la Fondazione si stia impegnando nella sua promozione a livello internazionale, in particolar modo negli Usa. A seguire la dott.ssa Erika Vignola psicologa dell’associazione Urbieterre ha parlato del convivio quale aspetto sociologico della dieta, quindi il prof. Alessandro Leone dell’Università di Foggia è intervenuto sulla Qualità dei sistemi di produzione agroalimentari per l’olio extravergine d’oliva, e il dott. Dario De Giorgi, agronomo ed esperto in marchi di qualità d’eccellenza, ha introdotto il concetto di marchio De.Co. (Denominazione Comunale).

giornata dieta mediterranea cisternino 2-2-2Nel pomeriggio invece si è tenuta la tavola rotonda “Dieta Mediterranea: l’Olio Extravergine d’Oliva” presso il Frantoio D’Amico. Ad aprire e coordinare i lavori il dott. Domenico Rogoli della Fondazione Dieta Mediterranea, che ha espresso la centralità dell’Olio Evo nella Dieta Mediterranea, quindi i saluti del sindaco di Cisternino Donato Baccaro, che ha individuato in questo prezioso alimento il cardine per modelli di sviluppo virtuosi. Pietro D’Amico titolare del “Frantolio D’Amico” ha invece sottolineato la rilevanza sociale delle aziende che si occupano di agroalimentare di qualità per il rilancio dell’economia locale, il direttore del Gal Valle d’Itria Roberto Cardone ha parlato della nuova programmazione del Psr, il presidente dell’associazione Urbieterre Giuseppe Losavio ha raccontato le iniziative e le esperienze culturali attuate e quelle in programma volte alla valorizzazione dei prodotti del territorio.

Hanno relazionato il dott. Gianluigi Cesari, dell’Associazione Smart Citizens sulle nuove tecniche di laboratorio per la lotta alla contraffazione dell’olio extravergine d’oliva, la dott.ssa Margherita Zizzi, biologa, che ha approfondito gli aspetti relativi alla salute ed alla frittura in olio extravergine come modalità di cottura compatibile con una dieta equilibrata, la dott.ssa Vita Mino ha approfondito la parte relativa alla bellezza e all’estetica. Infine la giornata si è conclusa con l’assaggio di oli extravergine dell’Azienda Agricola “Frantolio d’Amico” e la degustazione di Panzerotti fritti in Olio Evo..

Un programma molto complesso ed articolato, con tanti relatori e interventi di altissimo livello, con l’obiettivo di approfondire ogni aspetto della dieta mediterranea: quello della salute, dei sistemi di produzione di qualità, del marketing territoriale, dell’internazionalizzazione, della lotta alla contraffazione, della bellezza, dell’identità, del convivio. Una giornata di crescita culturale per il territorio e tutti i partecipanti. I lavori della giornata hanno visto siglare l’impegno tra la Fondazione Dieta Mediterranea e l’amministrazione comunale di Cisternino ad intraprendere tutti gli sforzi necessari per la valorizzazione dei prodotti della dieta mediterranea che identificano la storia della città e dei suoi abitanti. Preziosissima sarà la collaborazione di tutti i soggetti pubblici e privati, che hanno reso possibile l’iniziativa e che concorreranno al raggiungimento dell’obiettivo nei prossimi anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento