menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il gabbiano reale prende casa sugli isolotti di Torre Guaceto

I biologi della riserva individuano 22 coppie, e sono stati "attaccati" dei genitori dei pulcini nati in primavera

TORRE GUACETO – Il gabbiano reale ha piantato le tende sugli isolotti nella baia di Torre Guaceto, dove ha cominciato a nidificare ritenendoli ormai sicuri. Va dunque avanti il processo di rinaturalizzazione dell’Area marina protetta poco a nord di Brindisi. Negli ultimi giorni, il personale dell’area protetta – spiega un comunicato - ha fatto una scoperta. Durante le attività di monitoraggio dell’avifauna marina, svolte dagli uomini del Consorzio nell’ambito del progetto “Marine strategy”, è stata riscontrata la presenza di alcuni gabbiani reali sulle isole localizzate all’interno dell’area marina protetta.

Torre Guaceto - Gabbiano su un isolotto-2

Non appena il personale è sbarcato su uno degli isolotti, gli animali hanno simulato un attacco. Un comportamento singolare che ha subito lasciato presagire al biologo faunista della Riserva che l’atteggiamento territoriale dei gabbiani fosse dovuto alla presenza, in loco, di pulcini. Questi volatili, infatti, assumono tale comportamento quando ritengono che i propri piccoli siano in pericolo.

Guarda il video

Torre Guaceto - Nido di gabbiano reale-2E’ bastata una ricognizione di pochi minuti, fa sapere ancora il Consorzio di gestione, ed ecco che il personale ha fatto la scoperta: sugli isolotti c’erano ben cinque nidi dei quali alcuni contenenti uova, altri gusci di uova già schiuse, e tre pulcini nascosti tra la fitta vegetazione. Al termine della perlustrazione di tutte le isole di Torre Guaceto, i gabbiani presenti sono risultati essere 22, undici coppie distribuite in tre siti. 

Nel dettaglio, il gabbiano reale è un uccello marino appartenete all’ordine dei Charadriiformes e alla famiglia dei Laridae. Specie migratrice, frequenta oltre che gli ambienti marini anche l’entroterra. Eccellendo per “opportunismo”, questo animale ha imparato a sfruttare a proprio vantaggio la vicinanza con l’uomo e le risorse alimentari da questo scartate o ad esso sottratte.

La presenza di una colonia di gabbiano reale nell’area marina protetta di Torre Guaceto, oltre che rappresentare una notizia di per sé, potrebbe aprire la strada alla nidificazione ad altri volatili marini che condividono i medesimi siti riproduttivi, primo tra tutti il gabbiano corso, Larus audouinii, specie di importanza prioritaria ai sensi della direttiva europea Habitat. 

Il gabbiano corso infatti popola le acque dell’area marina già un paio di anni ed è possibile dedurre che nel prossimo periodo potrebbe iniziare a nidificare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento