Parco dune costiere: avviato il monitoraggio della Posidonia oceanica

Nell’ambito del progetto Saspas. Scopo di tale azione è lo studio e la tutela della preziosa fanerogama marina

OSTUNI - Avviato il monitoraggio della Posidonia oceanica nell’area costiera del Parco regionale delle Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo nell’ambito del progetto Saspas in collaborazione con il Partner Selc coc. coop. A renderlo noto il direttore del Parco Angela Milone. 

monitoraggio posidonia-2

I primi monitoraggi si erano già svolti l’anno scorso nello stesso periodo. Scopo di tale azione è lo studio e la tutela della preziosa fanerogama marina. Il progetto Saspas “Safe anchoring and seagrass protection in the Adriatic aea” è finanziato dal Programma Interreg V-A Italia-Croazia 2014-2020 Cbc nell’ambito dell’Asse prioritario 3 “Patrimonio ambientale e culturale”. I partners coinvolti nella realizzazione del progetto Saspas contribuiranno alla tutela della biodiversità nel mar Adriatico in particolare degli habitat a Posidonia oceanica, attraverso l’implementazione di misure concrete di conservazione.

 Il Consorzio di Gestione del Parco naturale regionale "Dune costiere da Torre Canne a Torre S. Leonardo" è partner del progetto Saspas, che coinvolge, sul lato italiano il Capofila Comune di Monfalcone, Selc Soc. Coop., Conisma Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare), Corila (Consorzio per la Gestione del Centro di Coordinamento delle Attività di Ricerca inerti il Sistema Lagunare di Venezia) e sul lato croato Sunce (Association for Nature, Environment and Sustainable Development), Parco Nazionale di Kornati e l’Università di Rijeka.Con preghiera di diffusione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento